Nerd Show Bologna diverte e sorprende tutti

Esordisce nel migliore dei modi la terza edizione di Nerd Show Bologna con la presenza delle webstar più famose e il concerto del Re delle sigle: Giorgio Vanni. Numerosi visitatori hanno animato le aree dedicate al gaming, quelle destinate ai fumetti, il palco cosplay e i panel dedicati agli youtuber. Si prosegue domani, 9 febbraio, con un palinsesto ancora più ricco di appuntamenti: dall’intervista a Renato Pozzetto, a cura di Yotobi, al concerto di Cristina D’Avena & i Gem Boy, passando per l’incontro spaziale con gli Space Valley e la premiazione del Campionato Nazionale Cosplay. A completare l’offerta esibizioni in stile k-pop e incontri non-stop di crossover wrestling 

Hai già messo mi piace sulla nostra pagina?

Nerd Show non delude. Migliaia di persone hanno affollato i 34mila metri quadrati di BolognaFiere. I visitatori hanno potuto incontrare gli ospiti internazionali, assistere al ricco cartellone di spettacoli non stop e perdersi nelle tante proposte di animazione e intrattenimento che declinano la cultura pop.

Tra gli eventi più attesi della giornata, il concerto di Giorgio Vanni, la voce maschile che è sinonimo di sigle di cartoni animati. In tanti si sono ritrovati sotto il palco a cantare sulle note di Dragon Ball, Naruto e Pokemon. Grande successo anche per le webstar ospiti della manifestazione come LaSabri. La popolare youtuber ha incontrato i propri fan felici ed emozionati. 

Sempre amatissima l’area dedicata ai “mattoncini” da costruzione, dove non sono mancate le opere che hanno lasciato tutti a bocca aperta, come l’inedito diorama dedicato al concerto dei record “Modena Park” di Vasco Rossi (composto da migliaia di mattoncini e oltre duemilacinquecento mini figure). Ogni dettaglio è curato nei minimi particolari, dalle due enormi gru che svettano a fianco del palco alle torri faro, sino ai megascreen su cui scorrono le immagini del concerto; e naturalmente, al centro del palco c’è anche Vasco, con il suo inconfondibile cappellino. A realizzare questo gioiello è stata l’Associazione modenese MO.C.Bricks. L’idea, nata nell’inverno del 2019, si è trasformata in una meravigliosa costruzione in scala grazie a un lavoro durato cinque mesi, e che ha coinvolto oltre venti persone.

Grande affluenza ed entusiasmo per tutte le aree che compongono il puzzle di Nerd Show, a conferma che la miscela di cultura pop, fumetti e spettacoli è risultata ancora una volta vincente. Da segnalare la nuovissima area fantascienza in collaborazione con Ultimo Avamposto, che approda come assoluta novità di questa terza edizione. Talentuosi cosplayer, appassionati e curiosi in fila per fotografare e farsi immortalare tra le ambientazioni originali di grandi cult come Star Wars, Star Trek, Doctor Who e Ghostbusters.

 

Domani – 9 febbraio – si replica con un carnet di ospiti e spettacoli se possibile ancora più ricco.


Vuoi pubblicare anche tu i tuoi comunicati su Agenziastampa.net: invia il tuo comunicato è gratuito

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui