“Dante per tutti”: la Divina Commedia e le leggende medievali in scena al Teatro Flavio

Ripartono nella Capitale gli appuntamenti di Dante per tutti, la rassegna di letture dantesche che dal 2015 incanta il pubblico romano. Giovedì 4 novembre, alle ore 21.00, verrà inaugurata la nuova stagione al Teatro Flavio con la lettura e il commento del Canto I dell’Inferno, il canto d’apertura del grande poema. Gli incontri si protrarranno nei prossimi mesi sino a maggio 2022.

Ogni spettacolo prevede, oltre alla lettura e al commento del Canto, anche l’esposizione di una leggenda medievale che si allinea alle tematiche affrontate nei versi danteschi. Il Canto I dell’Inferno verrà infatti introdotto da una delle più celebri visioni dell’aldilà del Medioevo: la storia del cavaliere irlandese Tantalo, originaria del XII secolo ma letta nella sua versione trecentesca in volgare italiano.

La grande novità di questa edizione sarà la scenografia, la quale sarà curata dagli allievi della Scuola di Scenografia dell’Accademia delle Belle Arti di Napoli, sotto il coordinamento del maestro e professore Gennaro Vallifuoco. Uno studio attento delle leggende e dei Canti che verranno messi in scena, ha permesso ai giovani scenografi di ideare delle ambientazioni incantevoli e immersive, capaci di fare addentrare lo spettatore in un universo medievale originale e dal sapore favolistico.

Cos’è Dante per tutti 

Dante per tutti è una iniziativa ideata e curata da Luca Maria Spagnuolo, storico dell’arte e studioso del medioevo. In ogni incontro, caratterizzato da una narrazione coinvolgente e appassionante, viene proposta la lettura e il commento di un Canto dantesco, la cui tematica è correlata a un approfondimento sulla cultura medievale.

Vengono proposti testi databili tra il XIII e il XV secolo, letti e discussi nella loro versione originale in volgare italiano: frammenti di leggende di Santi, diavoli e miracoli e brani provenienti dal repertorio giullaresco medievale.

Tutti i testi provengono da manoscritti e incunaboli non editi o di difficile reperibilità, trascritti presso alcune delle più importanti biblioteche e istituti.

Seppur antichi, questi brani costituiscono un’innovativa risorsa: un patrimonio non più solo per specialisti e studiosi ma finalmente restituito al pubblico.

LUCA MARIA SPAGNUOLO – Note biografiche

Luca Maria Spagnuolo, classe 1986, dopo la laurea in storia dell’arte, inizia la propria carriera lavorando in delle gallerie d’arte prima a New York, poi a Berlino e successivamente a Roma. Il progetto “Dante per tutti” nasce nel 2015 presso un’associazione culturale romana e, ottenuto il patrocinio della Società Dante Alighieri, amplia la propria attività presso la Cripta della Chiesa di Santa Lucia del Gonfalone e in occasione di varie manifestazioni nella Capitale (come “Letture d’Estate” e “Lungo il Tevere… Roma”) e in altre città italiane. Ha preso parte a numerosi convegni come “Il Borgo dei Filosofi” a Lapio (AV) e ha curato alcuni eventi del calendario culturale della città di Avellino.

I prossimi eventi

Giovedì 18 novembre, ore 21.00 Inferno Canto V: Paolo e Francesca e la leggende del monaco tentato dal diavolo.

Giovedì 2 dicembre, ore 21.00 Inferno Canto X: Farinata degli Uberti e la leggenda di Santa Giuliana che incatena il diavolo.

Biglietti disponibili e acquistabili al seguente link:

https://www.2tickets.it/SelectTitolo.aspx?idt=1952707&set=T&car=&ide=1599

o presso il botteghino. In quest’ultimo caso, si consiglia la prenotazione telefonica al numero 06 70497905 oppure 328 1720922.

L’ingresso al singolo spettacolo è di € 10. Effettuando in anticipo la prenotazione per l’intera stagione – la quale consta di dodici date – si otterrà uno sconto: dodici spettacoli al prezzo di dieci.

Oltre agli spettacoli serali, sono previsti due matineé – rivolti soprattutto alle scuole – l’1 dicembre e il 14 dicembre, alle ore 10.30. Verranno letti e commentati rispettivamente il Canto I e il V dell’Inferno.

Si ricorda, inoltre, che l’accesso al Teatro Flavio è contingentato e regolamentato come da vigenti disposizioni governative in materia di Covid19. Sarà consentito l’ingresso solo ai muniti di Green Pass e mascherina.