A Latina gli studenti raccontano la bonifica delle Paludi Pontine

La Dirigente Scolastica dell’Istituto Vittorio Veneto – Salvemini di Latina, la Dott.ssa Marina Rossi presso il suo Istituto ha presentato alla stampa e alla cittadinanza l’evento conclusivo del Progetto “La Bonifica delle Paludi Pontine, tra storia e identità”: una vera e propria Serie in 4 Episodi (4 Corti) che raccontano le “Persone di Latina” tra Presente e Passato, e un sito paludipontine.it che racconta il progetto in modalità Social.

Questo Progetto ha visto il coinvolgimento di Studenti e Docenti di 4 Scuole (IC Tasso, IC Giuliano, Liceo Manzoni e, naturalmente, l’Istituto Vittorio Veneto – Salvemini, Scuole della rete “Site-Lieu, Site Espace” di Latina) per dare vita ad un modo differente di imparare e trasmettere la Storia e l’Identità Culturale ed Emotiva del Territorio di Latina, legato fortemente alle vicende delle Bonifiche dell’Agro Pontino.

Gli studenti (di Scuole diversi indirizzi) hanno potuto così seguire le proprie capacità e passioni, supportati da Docenti ed Esperti come il ricercatore-archeologo Francesco Moriconi (per i Laboratori Storiografici da cui sono stati identificati i momenti fondamentali della Storia dell’Agro Pontino) e Massimiliano Lanzidei per le nozioni di base della sceneggiatura del cortometraggio, a cui sono seguiti Laboratori di Scrittura Collettiva e Sceneggiatura Condivisa, Laboratori Musicali di Ricerca Etnomusicologica (per la colonna sonora) e Laboratori di Ricerca dei Costumi Storici.

I cortometraggi

Gli studenti sono venuti in contatto quindi con tutti gli aspetti e le competenze necessarie per produrre un cortometraggio: dall’idea iniziale alla stesura delle sceneggiature, delle trame e dei dialoghi, alle riprese, al montaggio finale, cimentandosi con la ricerca e la creazione dei costumi storici.

“La finalità  è quella di sensibilizzare studentesse e studenti alla conoscenza di personaggi e passaggi memorabili della Storia nazionale e portarli ad interiorizzare i valori che tali episodi testimoniano, con l’accompagnamento ed il sostegno delle loro famiglie…” spiegava nella conferenza di presentazione Piergiorgio Ensoli, professore di Lettere e coordinatore del progetto.

Quattro i momenti selezionati per ripercorre la storia di una delle più imponenti bonifiche dell’era moderna in Italia: i primi lavori di epoca romana, l’impegno di Leonardo da Vinci e dei Papi, i tentativi dell’Ottocento e l’ultima fase durante il ventennio fascista. Attraverso le mappe storiche e i materiali selezionati dalla scuola e dai suoi partners i ragazzi apprenderanno lo sviluppo del territorio in modo del tutto innovativo.

Nel frattempo proseguono le riprese per la creazione di una mini serie video sulle Paludi Pontine, cortometraggi che ripercorrono la storia del territorio e che vedranno tra gli attori protagonisti anche il Premio Strega Antonio Pennacchi che, per amore dalla sua Latina, è testimonial dell’evento.

Realtà virtuale: il progetto cresce sempre di più grazie a H-FARM

“La realtà virtuale rappresenta un nuovo veicolo per l’apprendimento per le giovani generazioni – spiega la dirigente scolastica Marina Rossi – abbiamo deciso di completare il percorso del progetto “Paludi Pontine tra storia ed identità” in questo modo perché lo abbiamo già sviluppato su canali online e offline costruendo un sito internet e i profili social dove gli stessi studenti hanno elaborato e caricato i materiali. L’approdo della realtà virtuale non è limitato a questo progetto perché i visori ci permetto di proiettarci su una serie di contenuti innovativi anche per altri campi del sapere”.

Negli ultimi anni abbiamo investito molto in ricerca e sviluppo in ambito EduTech, essendo tra le poche realtà in Europa ad avere tutte le carte necessarie per giocare questa partita.” commenta Antonio Guarino, Head of Virtual K12 di H-FARM EDUCATION.

“Sentiamo forte la responsabilità di portare un importante contributo tecnologico all’interno del mondo dell’education: poter collaborare con un istituto pubblico per velocizzarne la sua evoluzione digitale è per noi motivo di orgoglio, e ci fa ben sperare per il futuro.”

Lo Scrittore Antonio Pennacchi, Premio Strega 2010, ha partecipato al progetto come testimonial dando la possibilità ai ragazzi di confrontarsi con la Generazione che ha fondato e iniziato a popolare Latina.

Il Sindaco Damiano Coletta, intervenuto alla presentazione, ha sottolineato quanto progetti come questo siano fondamentali per una città “giovane“, la città è stata fondata nel 1932, e con una identità combattuta, tra oblio e necessità di ri-scoprirsi, come Latina.

Un progetto didattico veramente ben riuscito: un modo innovativo per rendere gli studenti pro-attivi nell’apprendimento, che esce dal mero ambito scolastico avvicinando gli studenti ad una vera e propria attività professionale e che, grazie alla qualità dei 4 Corti/Episodi della “Web-Serie” e al Sito dedicato paludipontine.it andrà sicuramente ad avvicinare tutta la popolazione del territorio (NON SOLO GLI STUDENTI) a questi fatti storici.