Intervista ai Garpets 30k: il nuovo singolo “22 giugno”

Esce martedì 22 giugno 2021 il singolo 22 giugno dei Garpets. Un nuovo atipico singolo estivo che vuole raccontare il rapporto conflittuale che si ha con il proprio compleanno, un brano nostalgico che si muove tra cantautorato e it-pop che sa far ballare, piangere e si prende anche un po’ in giro.

Ecco cosa ci hanno raccontato!

Come nasce un brano dei Garpets?
Beh, sarebbe una bugia se vi dicessimo che i nostri brani nascono in sala prove…
Tutto ciò che abbiamo pubblicato è frutto di audio Whatsapp arrangiati a distanza,
con ore ed ore di lavorazione, audio e videochiamate alle spalle. Forse vi chiederete
il perché (o forse no) ma il motivo è molto semplice: siamo nati e cresciuti durante la
Pandemia ed abbiamo mantenuto questo approccio anche per l’ultimo singolo, “22
Giugno”.

Qual è il brano che sta accompagnando la vostra estate?
Sicuramente “22 Giugno”. È il nostro ultimo singolo ed è un pezzo al quale teniamo
molto, che ci ha dato molte soddisfazioni già prima della pubblicazione e speriamo ce
ne dia molte altre in futuro, a partire proprio da questa estate.

Vi siete mai posti il quesito se cantare in italiano o in inglese? Su quale
versante vertono i vostri ascolti?
Pensiamo che siete proprio voi ad averci posto questo quesito per la prima volta,
adesso (risatina di sottofondo)… Tutti ascoltiamo musica in inglese, probabilmente
più di quella italiana ma dietro al progetto Garpets 30k c’è la volontà di farla prendere  male a tutti quei ragazzi che cercano una voce per parlare al posto loro e, quindi, non  potevano che essere in italiano i nostri testi.

Quanto la TV (mi riferisco ai talent show e ai vari programmi televisivi musicali)  hanno influenzato la musica italiana negli ultimi anni?
Piaccia o no, ormai la musica passa anche dalla TV e sarebbe un peccato per una
band emergente come la nostra (e tante altre) privarsi di una tale opportunità perché
ormai si, la musica italiana è fortemente infliuenzata da Talent Show e/o programmi
televisivi: i Maneskin che stanno scalando le classifiche mondiali possono
confermare.

Quali sono gli elementi che compongono l’immaginario dei Garpets?
Bella domanda. Sicuramente il nostro progetto non guarda solo ed esclusivamente
alla musica e il nostro nome penso ne sia già un esempio. Il Cinema (soprattutto i
film di Aldo, Giovanni e Giacomo) e le Serie TV (spesso citate nei nostri testi) fanno
sicuramente parte di noi, come la passione per i Meme, i Video e le Instagram
Stories. A livello simbolico, la gamba è da subito diventato il nostro marchio, anche
se “con 30 mila lire un altro falegname ce l’avrebbe fatta sicuramente meglio”. A
livello musicale, invece, l’elemento trainante è la contaminazione con altri generi
musicali estranei o affini all’indie che, in qualche modo, riescono a fare convivere
tutte le diverse influenze che caratterizzano le nostre singolarità.
Nell’immaginario dei Garpets 30k c’è anche una sfida all’ultimo litro tra Campari e
Cedrata: “Aperitivo alle 18:30k” è il nostro format che conferma quanto siamo
attaccati alle tradizioni