Intervista a IL GENERATORE DI TENSIONE

Ciao ragazzi, chi è il duo Il generatore di Tensione? Come è nato?

Siamo amici da quando avevamo meno di dieci anni e al pomeriggio facevamo ginnastica artistica insieme. Qualche anno dopo passavamo tutti i sabati pomeriggio in saletta a provare o nei locali e nelle vie di Bologna a suonare.


Una canzone per addormentarsi piangendo è il vostro nuovo doppio singolo, molto intimo e sincero. Perché avete sentito il bisogno di scriverlo?

La notte in cui è nata l’idea del doppio singolo abbiamo sentito il bisogno di cantare delle distanze e dello sforzo continuo per trovare un posto che si possa chiamare casa. Dormi è una canzone breve su cosa significa volersi bene a vent’anni, lontani da casa, mentre si muovono i primi passi da adulti che parlano di affitto e carriera. Canzone di un padre parla di un divorzio triste e disilluso.

Cosa avete in programma prossimamente?

Passeremo molto tempo ad avere paura di diventare grandi. E nel frattempo scrivere scrivere scrivere. Ora abbiamo accumulato tante canzoni che ci piacciono. Vogliamo portarle in giro suonando e il prima possibile pubblicarle.

Siete di Bologna, ma ora vivete a Milano. Sentite un cambiamento dal punto di vista della produttività artistica?

Per ora abbiamo vissuto la Milano pandemica, sicuramente vivere insieme è stata l’occasione per lavorare meglio e soprattutto di più. Queste canzoni sono state interamente registrate da noi a casa. In questo periodo di riaperture abbiamo iniziato a vivere di più la città e vediamo creatività in ogni angolo. Abbiamo grandi aspettative per Milano!


A chi vi ispirate quando scrivete le vostre canzoni? Lasciateci con dei consigli di ascolto

Naive – The Kooks
Costuire – Niccolò Fabi
Alright – Jordan Rakei
Questo nostro grande amore – I Cani