Richiesta una riforma profonda della Giustizia familiare e minorile, ancora disciplinata da leggi anacronistiche.

Roma, 28/04/2021 – Le Associazioni CAMMINO – Camera Naz. Avvocati per la Persona, Relazioni familiari e Minorenni e ONDIF – Osservatorio Naz. sul Diritto di Famiglia, certe che si debba pervenire a una riforma organica della giustizia che riguarda persone, relazioni familiari e minorenni, a seguito dell’audizione presso la Commissione ministeriale avvenuta il 19 aprile 2021, hanno fatto pervenire al Ministero un documento congiunto, convinte anche che il frazionamento del mondo forense non giovi alla causa di buone riforme.

Hai già messo mi piace sulla nostra pagina?

Hanno richiesto alcuni interventi urgentissimi e di immediata fattibilità e una riforma organica del processo di famiglia, con la previsione di un rito “di famiglia” che risponda alle peculiarità del settore, volto alla regolamentazione futura delle relazioni piuttosto che sempre a stabilire responsabilità per il passato in una materia in perenne divenire, anche durante lo svolgimento del processo.

Hanno inoltre richiesto una riforma che preveda un giudice unicocon competenza omnicomprensiva, che coniughi prossimità e specializzazione, davanti al quale siano concentrate tutte le competenze, per evitare l’accavallarsi di procedimenti, il conflitto di decisioni, costi inutili per le famiglie e l’erario.

La stessa CAMMINO e l’Ass. ONDIF ribadiscono la disponibilità a una collaborazione fattiva ai lavori di Commissione e Ufficio legislativo ministeriale, che coinvolga il CNF e tutte le componenti dell’avvocatura.


Vuoi pubblicare anche tu i tuoi comunicati su Agenziastampa.net: invia il tuo comunicato è gratuito

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui