MioCinema, in arrivo 12 film che raccontano il potere della buona tavola

Dal 23 gennaio su MioCinema una rassegna tematica dedicata al cibo e alla tradizione della tavola

Hai già messo mi piace sulla nostra pagina?

Sono molte le scene indimenticabili in cui cibo e cucina, con i loro riti e le loro diversità, con i loro colori e i loro sapori, sono stati protagonisti del grande schermo. Se la tavola è al centro delle nostre relazioni, quale luogo migliore per raccontare dinamiche familiari e sociali, avvenimenti e cambiamenti? Per mostrare la società di ieri e di oggi?

Arrivano su MioCinema 12 film che raccontano, ciascuno a suo modo, il potere della buona tavola. Film da guardare e gustare, scelti per ridere o riflettere, per raccontare paesi e tradizioni: che si tratti del cous cous magrebino di Kechiche o di manicaretti della tradizione semplice francese capaci di conquistare un Presidente, di una sorprendente zuppa taiwanese o della haute cuisine che trasforma, al ritmo di soul, una trattoria di basso livello in un ristorante alla moda, della cucina indiana di una cuoca ladruncola o di quella romana di Ettore Scola, di ottimi dorayaki o raffinatissimo cioccolato.

Una rassegna per tutti i gusti e tutti i palati, con il grande privilegio di non causare indigestione!

I titoli della rassegna:

La fattoria dei nostri sogni di John Chester (2018)

Mr. Long di Sabu (II) (2017)

Le ricette della signora Toku di Naomi Kawase (2015)

Quando l’Italia mangiava in bianco e nero di Andrea Gropplero (2015)

Sieranevada di Cristi Puiu (2016)

La cuoca del presidente di Christian Vincent (2012)

Emotivi anonimi di Jean-Pierre Améris (2010)

Una stella in cucina di Dilip Mehta (2009)

Soul Kitchen di Fatih Akin (2009)

Cous Cous di Abdellatif Kechiche (2007)

La cena di Ettore Scola (1998)

Il pranzo di Babette di Gabriel Axel (1987)


Vuoi pubblicare anche tu i tuoi comunicati su Agenziastampa.net: invia il tuo comunicato è gratuito

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui