sadasdasdasd
sadasdasdasd
This is a text field

Intervista al cantautore Clemente

Clemente Aiello è un cantante, cantautore, calabrese che figura tra gli artisti emergenti del panorama dei cantautori  italiani.

Clemente ha frequentato il conservatorio comincia a scrivere canzoni all’età di 17 anni e ha iniziato a produrre e pubblicarle da solo nel 2018.

La musica di Clemente è stata notata per il suo sound acustico in un periodo musicale dove incalza l’elettronica lui va controcorrente proponendo delle classiche ballate acustiche con pochi ed essenziali strumenti tipiche dei classici cantautori. I suoi testi ricercati poetici e mai banali. Ha Firmato un contratto con l’etichetta discografica Rehegoo Music Group con sede nel Regno Unito e a New York.

Musicalmente, le sue canzoni risento molte delle influenze, dei grandi autori italiani ed americani Dylan tra tutti .

Scrive con gli occhi, canta con la sua anima e produce con i suoi ricordi.

Attualmente sta lavorando a nuovi brani che presto vedranno la luce.

Come descriveresti il ​​tuo stile?

Lo descriverei come nostalgico, sensuale e cinestetico.

Perché fai quello che fai?

Perché mi sento genuino con me stesso. Quasi come se la mia anima e il mio corpo meritassero di essere trattati con rispetto, e l’unico modo per pacificare il mio io interiore è fare musica, cantare, scrivere e suonare.

Non voglio che suoni strano, ma è quasi come una maledizione e una benedizione allo stesso tempo.

Perché ho molti conoscenti che mi hanno detto che non sanno cosa fare della loro vita, o che non sanno nemmeno quale sia la loro passione. E per me è così organico, così naturale: voglio fare musica per il resto del mio tempo su questo pianeta.

Voglio che le persone vedano il mio potenziale e voglio che si emozionano con le mie canzoni.

Ambizione o talento: cosa conta di più per te?

99% di ambizione – 1% di talento.

Ho incontrato un sacco di musicisti e persone creative che hanno un talento folle ma non hanno fame di continuare a imparare, crescere e migliorare i loro mestieri perché “cantano bene e sono nati per farlo”.

Questo è un ritratto follemente tossico e negativo di QUALSIASI industria, e se ami ballare ma “fai schifo”? – la risposta è: pratica, pratica, pratica e pratica, e fidati di me, ci arriverai se sarai disciplinato, concentrato, ambizioso e umile allo stesso tempo. Siamo esseri umani che imparano e crescono costantemente.

Potresti avere un grande talento, ma se non hai una visione, un piano e una strategia su dove vuoi essere, allora è come correre su una pista infinita senza obiettivi o tempo limitato e allerta spoiler, in questa vita abbiamo un tempo limitato e un obiettivo: la felicità.

Cosa ti ispira a creare musica?

Voglio emozionare l’ascoltatore e nello stesso tempo immortalare i miei ricordi, e quasi come una capsula del tempo, dove posso  tornare ascoltando una mia vecchia canzone e ricordare semplicemente dove ero in quel momento, o come ero mentalmente o spiritualmente.

È come un modo per misurare la mia crescita e maturità.

Come hai trovato il processo di scouting in Rehegoo?

Super eccitante, perché era incredibile che un’etichetta internazionale come Rehegoo Music fosse interessata alla mia musica.

È stata una grande notizia Proprio durante un periodo globale così difficile.

Come ti sei sentito quando hai firmato un contratto con Rehegoo?

Estremamente felice e persino più affamato, perché quando cerchi su Google “Rehegoo Music” troverai collegamenti con festival cinematografici e musicali, joint venture con THE Quincy Jones, Grammy, convegni musicali, ecc.

È super eccitante crescere mano nella mano con un’etichetta musicale che si è fidata di me come artista.

Voglio renderli orgogliosi.

Qual è stato il più grande risultato della tua carriera finora?

Dopo i grandi ascolti su Spotify che hanno superato il milione

Sinceramente questo, colpisce in modo molto diverso quando una compagnia che oltremare ti nomina Artista del mese, nel mese in cui mi sentivo triste e depresso come musicista.

È come uno schiaffo sulla nuca di “hey resta concentrato, non arrenderti”

Qual è stato l’ostacolo più grande?

Il più grande ostacolo è sicuramente la falsità delle persone in questo settore, colleghi musicisti che invece di aiutarsi a vicenda mi hanno inviato odio, cattiva energia, o semplicemente fingono di essere tuo amico quando stanno per pubblicare un nuovo singolo, è emotivamente perforante quando qualcuno che consideravi un amico ti usa solo finché non ottiene ciò di cui ha bisogno al momento.

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

bonus new member

baccarat online

https://phuonghoangschool.com/wp-includes/

Link SBOBET

Slot88

RTP Slot

Sbobet

https://gilagadget.com/

Sbobet88

Sbobet

https://www.sushimotofernley.com/sbobet88/

Slot Gacor

Esports

slot online

Slot Gacor Hari Ini

Slot Gacor Gampang Menang

Daftar Slot777

Login Slot777

Slot Demo Pragmatic

https://hkmedicalconsultants.com/js/slot-bonus-100/

https://www.sunraysiascouts.org.au/wp-includes/slot-bonus-100/

https://mayabeachhotel.com/wp-includes/slot-bonus/

https://oakhillbulkfoods.com/wp-includes/slot-bonus-100/

https://ujalapk.net/wp-includes/rtp-live/

https://ilfracombegolfclub.com/wp-includes/slot-bonus-new-member/

https://auditsocial.world/wp-includes/slot-bonus-new-member/

https://sensirestaurant.it/wp-includes/rtp-slot/

http://clinicadentaltec.com/wp-includes/slot-bonus-new-member/