Presentazione de “Il caso e la necessità. Covid-19, la (prima?) pandemia del Terzo Millennio” di CAMMINO – Camera Nazionale degli Avvocati per le Relazioni Familiari e Minorenni.

Cresce la collana CAMMINI con un volume che, come un “fermo immagine”, descrive lo smarrimento che ha caratterizzato il confronto con la pandemia mondiale di coronavirus, i nuovi temi e modi di essere comunità oggi, dopo uno sconvolgimento inaspettato che ha disorientato ma anche attivato risorse.
Roma, Gennaio 2021 – Ad ogni latitudine del globo si è scatenato l’inimmaginabile: la pandemia da Covid-19 ha fatto scoprire l’umanità fragile e vulnerabile, in un momento storico in cui -almeno in questa parte del mondo- riteneva di essere immune da eventi di questo tipo, fiduciosa nello sviluppo delle biotecnologie.
Da qui la necessità di una riflessione pacata, che riportasse come un “fermo immagine” quanto è successo e che sta succedendo, snodo inimmaginato e inimmaginabile tra passato e futuro.
Cosa poteva sembrare la soluzione migliore, se non consultare diverse prospettive di analisi: il punto di vista scientifico, quelli giuridico e giudiziario, economico e sociale, bioetico, architettonico e religioso e mole altre, per fornire un quadro d’insieme ma – nello stesso tempo – specifico per vari settori?
Il volume sarà presentato il prossimo 18 gennaio 2021 dalle ore 17.30 sulla pagina facebook di CAMMIMO (@cammino1999).

 

Hai già messo mi piace sulla nostra pagina?

Nel testo appena pubblicato si spazia tra le varie aree inevitabilmente interessate, consultando competenze di eccellenza. Ha dominato l’esigenza di cercare un punto di equilibrio tra il bilanciamento nella tutela tra libertà personali e salute pubblica; la protezione dei dati personali e necessità di garantire la prevenzione; la ricerca sempre in fieri della sottile linea che determina il discrimen tra rispetto e abuso.

La collana CAMMINI, percorsi di riflessione e approfondimento, giunta ormai al XI volume, è espressione del lavoro di ricerca di CAMMINO – Camera Nazionale Avvocati per la Persona, le Relazioni familiari e i Minorenni, associazione forense specialistica tra le più rappresentative riconosciuta dal CNF.

Il titolo del volume è ispirato al saggio sulla filosofia naturale della biologia contemporanea, scritto da Jacques Monod che, a distanza di 50 anni dalla sua pubblicazione, risulta di particolare attualità, su tutta una serie di profili anche analogici. A sua volta Monod si era ispirato – per questo titolo – a Democrito: “Tutto ciò che esiste nell’universo è frutto del caso e della necessità”.

 

I vari saggi raccolti nel libro sono volutamente caratterizzati da uno stile divulgativo, per garantire l’immediata ricezione da parte del lettore di tutti gli ambiti specialistici che sono stati approfonditi. Tutto il progetto è stato curato dall’Avv. Agnese Camilli, Coordinatrice Struttura di supporto dei Comitati Naz. Presidenza del Consiglio dei Ministri. Nello specifico troviamo i contributi di: Avv. Maria Giovanna Ruo, Presidente CAMMINO;  Prof. Stefano Canestrari, Ordinario di Diritto penale Università “Alma Mater” di Bologna; Avv. Salvino Mondello, Osservatorio Naz. Misure di Prevenzione delle Camere Penali; Dott. Alberto di Meglio e Dott. Beniamino Di Girolamo, Coordinatori Task force del CERN; Arch. Giovanni Limoni di Calerno, costruttore e urbanista; Prof. Mario De Curtis, Direttore UOC Neonatologia, Patologia e Terapia intensiva Neonatale Policlinico Umberto I di Roma; Dott.ssa Paola Di Giulio, Vice-Pres. Consiglio Superiore di Sanità; Prof. Silvio Garattini, Pres. Ist. “Mario Negri”; Prof. Andrea Lenzi, Pres. Comitato Naz. per la Biosicurezza, le Biotecnologie e le Scienze della Vita – Pres. Consiglio dei Ministri; Prof. Giuseppe Novelli, Prof. ordinario di Genetica Medica, Università degli Studi di Roma “Tor Vergata; Dott.ssa Catia Bastioli, AD Novamont S.p.A., Presidente del Cluster della Chimica Verde Spring, Membro del “Mission board for soil health and food” istituito dalla Commissione Europea; Dott. Filippo Cavalletti, Revisore dei Conti; Dott. Andrea Colombo, Manager Portfolio Azimut Capital Management; Prof. Lorenzo d’Avack, Pres. Comitato Naz. Bioetica della Presidenza del Consiglio dei Ministri; Dott. Carlo Petrini, Dir. Unità di Bioetica Istituto Superiore di Sanità; Prof.ssa Luisella Battaglia, Pres. Ist. Italiano di Bioetica; Prof. Lucio Romano, Docente di Bioetica alla Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale; Prof. Salvatore Amato, Ordinario di Filosofia del Diritto – Dip. Di Giurisprudenza, Università di Catania; Prof.  Dino Cofrancesco, filosofo e politologo; Dott. Filippo Piscopo, documentarista; Dott.ssa Ada Montellanico, componente del Cons. Superiore dello Spettacolo; Dott.ssa Vincenzina Lucidi, Resp. UOC Fibrosi Cistica – Ospedale  Pediatrico Bambino Gesù; Mons. Renzo Pegoraro, Cancelliere della Pontificia Accademia per la Vita; Prof. Bruno Dallapiccola, Dir. Scientifico Ospedale Pediatrico Bambino Gesù; Prof. Ferdinando Cancelli, medico palliativista; Prof.ssa Laura Palazzani, Vice Pres. Comitato Nazionale per la Bioetica; Prof. Lucetta Scaraffia, Ordinario di Storia contemporanea Università di Roma “La Sapienza”; Prof. Riccardo Di Segni, Rabbino Capo di Roma; Prof.ssa Marianna Gensabella, Ordinario di Filosofia Morale Università degli Studi di Messina e Bioeticista; Prof.ssa Monica Toraldo di Francia, filosofa e bioeticista;  Sua Ecc.nza Rev.ma Mons. Vincenzo Paglia, Presidente della Pontificia Accademia per la Vita; Sua Ecc.nza Yahya Pallavicini, Presidente e Imam della Comunità Religiosa Islamica Italiana (CO.RE.IS.), Coordinatore EULEMA – Consiglio Europeo dei Leader Musulmani; Sua Ecc.nza Riccardo Di Segni, Rabbino Capo di Roma.

Vuoi pubblicare anche tu i tuoi comunicati su Agenziastampa.net: invia il tuo comunicato è gratuito

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui