mLau torna negli store digitali con il brano A QUEEN WITH NO HEAD

A distanza di pochi mesi dalla pubblicazione del singolo No One Around, il progetto artistico mLau torna negli store digitali con A QUEEN WITH NO HEAD, la storia della regina senza testa. Un brano dalle atmosfere magiche e surreali, che la cantautrice Maria Laura Ronzoni ha composto per la rappresentazione teatrale Risvegli di Primavera dell’autore tedesco Frank Wedekind (1864-1919), ideata e prodotta da Margherita Vestri per la regia di Rolando Macrini.

Hai già messo mi piace sulla nostra pagina?

Ad accompagnare la release di A QUEEN WITH NO HEAD anche un affascinante videoclip in graphic animation, disponibile da oggi su YouTube. In scena il viaggio trasognato della regina senza testa, qui in una veste che ricorda la versione gotica di Alice nel Paese delle Meraviglie. Lo spettatore segue con lo sguardo la regina e la accompagna nel suo misterioso percorso; si innesca così un continuo stato di tensione emotiva, in un’ipnotica danza che fonde suoni ed elementi visivi. La regia e le animazioni grafiche sono di Daniela Cono; le illustrazioni di Alessandra Fierro, con la collaborazione di Stefano Fiori e Hubstract. Made for art.

La ricerca poetica e musicale dell’autrice-compositrice di A QUEEN WITH NO HEAD trae ispirazione dalle dinamiche conflittuali all’origine dell’opera di Wedekind, definita dallo stesso autore eine Kindertragödie: una “tragedia di bambini”, schiacciati dalle imposizioni della cultura dominante dell’epoca. È all’interno di questo spaccato sulla fine dell’infanzia e sulla scoperta del mondo ipocrita degli adulti che si inserisce la fiaba a lieto fine della regina senza testa, una storia nella storia investita del potere assoluto di curare l’anima, di risolvere le tensioni conflittuali sopra descritte grazie alla capacità di accogliere e vivificare ogni sentimento autentico, istintivo, inespresso e ingabbiato all’interno di una realtà sociale, tanto tragica e grottesca quanto i personaggi creati da Wedekind.

Grazie agli arrangiamenti e al lavoro di produzione attento e sensibile di Massimo Marraccini, il testo e la musica di Maria Laura Ronzoni si arricchiscono ora della magia sonora che trasporta questa fiaba in un viaggio onirico senza tempo, oltre la soglia della musica elettronica: una dimensione nuova e inaspettata, tributo più̀ che dovuto all’anima poetica e al genio di Wedekind.

mLau

mLau è il viaggio musicale di due amici di lunga data, Maria Laura Ronzoni (cantautrice e performer) e Massimo Marraccini (percussionista, batterista, compositore, arrangiatore e produttore). Musicisti con un solido e riconosciuto vissuto di apprezzabile spessore artistico e culturale che nel tentativo di rispondere a quell’urgenza compositiva innescata da questo particolare, nonché tragico momento storico, hanno dato vita ad un nuovo progetto musicale ed artistico di assoluta contemporaneità. Nessun limite creativo o tentativo di rientrare nei canoni di mercato: pura espressione artistica senza filtri, regole o confini.

No One Around, pubblicato lo scorso aprile, è il primo riuscito esperimento di questo nuovo percorso: una profonda riflessione sulla nostra condizione di esseri umani, fragili abitanti di un unico pianeta Terra, legati da un’unica verità: esistere. La realizzazione del videoclip ha voluto coinvolgere, in un progetto di didattica a distanza, gli alunni della scuola media di Castel Sant’Elia, dell’Istituto Comprensivo “A. Stradella”, Nepi (VT), invitati dalla loro docente di inglese, autrice del brano, a tradurre in un disegno le più̀ intime emozioni tramesse dall’ascolto dello stesso. I disegni sono stati poi raccolti ed inseriti nel video.

I due brani ad oggi pubblicati sono i primi tra i nove già realizzati che vedranno la luce nei mesi a venire. Il duo ha anche in cantiere la progettazione di una performance che vuole essere un’esperienza audio-visiva più che un concerto. Una sorta di immersivo sonoro con al centro i musicisti, accompagnati da contenuti visual d’avanguardia. Un’esibizione live multimediale in connubio con diverse forme d’arte contemporanea.

La formazione artistica di Maria Laura Ronzoni avviene tra l’Italia e l’Irlanda, dove inizia a suonare come artista di strada e contemporaneamente si diploma in canto presso Associated Board of the Royal Schools of Music and Drama. Negli anni collabora e condivide il palco con Aslan, Kila, Mary Stokes, Julie Feeney, Wally Page, Mark Geary, Kay McCarthy, Antonella Ruggiero, Alessandro Mannarino e Damien Rice. Il suo particolare stile di scrittura la fa avvicinare a Joni Mitchell per le rarefatte atmosfere musicali e le liriche intense. È vincitrice del “Premio al miglior testo” con la canzone “Per le strade di Dublino” dal suo primo album Calliope (Helikonia Indi/Egea Music). L’album, dalle sonorità̀ alternative folk, riscuote vivo interesse da parte della critica internazionale.

Diplomato al Conservatorio di Santa Cecilia di Roma, Massimo Marraccini si perfeziona alla Berklee School of Music a Boston Mass. Collabora per diversi anni con le maggiori Orchestre Sinfoniche italiane: l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, l’Orchestra Sinfonica della RAI di Roma e Torino, l’Orchestra Sinfonica Regionale del Lazio, Roma Sinfonietta; dal 1998 al 2007 copre il posto di primo percussionista nella R.T.E. Concert Orchestra di Dublino e suona con artisti del calibro dei Corrs, Sir. Gorge Martin, David Gray, Ronan Keating, Westlife, Boyzone. Rientrato in Italia nel 2008, riprende l’attività live come batterista e nel 2015 nasce il Sound Side Studio, dove avviene tutta la parte creativa della sua produzione musicale.


Vuoi pubblicare anche tu i tuoi comunicati su Agenziastampa.net: invia il tuo comunicato è gratuito

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui