A Colorno ultimo concerto del Festival Serassi

Domenica 27 settembre alle 18 in San Liborio, la Cappella ducale della Reggia, musica barocca della Germania meridionale, con Bruno Bergamini all’organo e Francesco Bergamini al violino.

Hai già messo mi piace sulla nostra pagina?

Rossi:”Preziosa occasione di ripresa dell’attività culturale.”

Parma, 22 settembre 2020 – Si conclude domenica 27 settembre alle 18 in San Liborio, la Cappella ducale della Reggia di Colorno l’edizione 2020 del Festival Serassi, col concerto “Sacroprofanus Concentus, musiche della Germania del sud”

Nell’occasione lo splendido organo costruito da Andrea Luigi e Giuseppe Serassi di Bergamo tra il 1792 e il 1796 sarà affiancato dal violino: si esibiranno infatti Bruno e Francesco Bergamini, rispettivamente organista e violinista, con musiche di autori della Germania meridionale di epoca barocca.

I concerti sono promossi dall’Associazione “G. Serassi”, col contributo della Provincia di Parma e del Comune di Colorno.

L’ingresso è libero sino ad esaurimento posti secondo la vigente normativa sanitaria.

“In un anno così difficile per la cultura, il Festival dell’Organo Serassi di Colorno è un’occasione preziosa di ripresa delle attività musicali – afferma il Presidente della Provincia Diego Rossi –Dare continuità alla valorizzazione del nostro patrimonio storico e artistico, della Reggia, della Cappella, dell’Organo Serassi, è una iniziativa davvero apprezzabile per tutto il territorio.”

GLI ARTISTI
Bruno Bergamini, organista, compositore e direttore di coro, ha compiuto gli studi musicali al conservatorio di Torino, frequentando poi corsi e masterclasses con interpreti del calibro di C. Rousset e L. Robilliard. Dal 1979 è titolare dell’organo Vegezzi-Bossi-Elice e direttore del coro del Santuario di S. Pancrazio in Pianezza (To). L’attività concertistica lo ha portato ad esibirsi in tutta Italia e in varie nazioni europee.
Appassionato di autori e del repertorio italiano ha al suo attivo numerosi concerti specialistici e monografici.

Francesco Bergamini, violinista, ha cominciato lo studio del violino dall’età di nove anni. Nel 2001 ha vinto il primo premio al Concorso Città di Grugliasco e nel 2003 il primo premio al Concorso Giovani Interpreti della città di Torino. Dopo gli studi presso il conservatorio “G. Verdi” di Torino si è appassionato alla musica barocca, diplomandosi poi in violino barocco presso il conservatorio del’Aia (NL). Ha seguito masterclasses sulla musica antica con grandi interpreti come U. Nastrucci, K. Boeke, D. Laurin, E. Casazza e si è esibito, come solista o in varie formazioni strumentali, sia in Italia che all’estero.

Nella foto: l’organo Serassi di San Liborio


Vuoi pubblicare anche tu i tuoi comunicati su Agenziastampa.net: invia il tuo comunicato è gratuito

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui