Conclusa la quindicesima edizione del Concorso Internazionale di “Musica Sacra”

La suggestiva Basilica dei SS. Apostoli di Roma ha accolto, nella serata di ieri venerdì 4 settembre, la finale del “Concorso Internazionale di Musica Sacra 2020” l’unico al mondo dedicato ai giovani cantanti di musica sacra.

Hai già messo mi piace sulla nostra pagina?

Ideata, promossa e diretta da Daniela de Marco, la manifestazione ha avuto come obiettivo quello di valorizzare e diffondere la Musica Sacra attraverso la scoperta di nuovi talenti da inserire nel circuito musicale internazionale mediante una giuria formata da agenti e direttori artistici delle più importanti realtà europee che, oltre ad offrire una comprovata esperienza nel settore, sono soprattutto in grado di aiutare concretamente i vincitori.

La serata è stata presentata dal noto attore Vincenzo Bocciarelli che nel corso della manifestazione ha riproposto al pubblico presente alcune letture di Dante, Cavalcanti e Leopardi, tratte dalla sua recente esperienza del Bocciarelli Home Theatre, esperimento sociologico culturale da cui ha tratto il libro “Sulle ali dell’arte”. Per la speciale occasione, l’apprezzatissimo attore, ha scelto un abito elegante e raffinato firmato Tagliatore, icona intramontabile dello stile maschile.

«Per me è stata una grandissima emozione questa sera riprendere quel fil rouge che si era interrotto mesi fa e che mi aveva impedito di poter stare a contatto con il pubblico – ha dichiarato Vincenzo Bocciarelli – soprattutto poterlo fare di nuovo nella basilica dei SS. Apostoli con un evento di grande livello e con artisti internazionali. Questa occasione mi ha fatto rendere conto di quanto mi fosse mancato il pubblico e lo spettacolo dal vivo e come l’arte sia sempre messaggera di speranza e di pace».

Alla finale erano presenti l’Assessore alla Cultura della Regione Moravia Slesia della Repubblica Ceca signora Karin Vesela, Václav Kolaja Ambasciatore della Repubblica Ceca presso la Santa Sede, la Sig.ra Solvita Aboltina Ambasciatore della Lettonia presso il Quirinale, il Ministro Consigliere sig.ra Elizabeta Kirn Kavčič dell’Ambasciata di Slovenia Santa Sede, Igor Surdich Primo Segretario dell’Ambasciata croata preso la Santa Sede, Petra Hergl Terzo Segretario Affari Culturali della Repubblica di Germania in Italia e Mihaila Raluca Ufficio Culturale dell’Ambasciata di Romania. Tra gli ospiti italiani il presidente europeo del Centro Europeo Turismo e Spettacolo Giuseppe Lepore, l’attrice Anna Marcello, l’imprenditore Giuseppe Russo, Carlotta Duma Stilista delle star americane a Hollywood, Claudio Lavanga corrispondente di NBC NEWS e EURONEWS il tenore Fabio Andreotti e la Soprano Diana Trivellato.

La Giuria del Concorso era composta dal Soprano Chiara Taigi, dai direttori d’orchestra Leonardo Quadrini, Fabrizio Da Ros e Nikos Efthimiadis e da Elsa Galasio della InArt Management. Collegati in remoto a causa dell’impossibilità di arrivare a Roma, il Sovrintendente del Teatro di Opava Ilja Racek, il regista Luděk Golat ed il Direttore della Filarmonica di Bacau Pavel Ionescu Ambrosie.

Tra i quindici finalisti si aggiudicano la vittoria per i ruoli da protagonista per gli spettacoli basati sulla Creazione di Haydn la Soprano statunitense Leigh Michelow, la soprano inglese Sophie Gallagher, il tenore polacco Tomasz Tracz ed il tenore libanese Joseph Dahdah, i bassi-baritoni Leonard Geiger e Johannes Schwarz.

«In questo momento estremamente difficile per tutto il settore musicale – ha affermato la direttrice artistica Daniela de Marco – la conferma dello svolgimento del Concorso Internazionale Musica Sacra vuole essere un segnale di speranza ed una concreta opportunità professionale per tutti coloro che hanno voluto partecipare».

La trasmissione della Finale sarà trasmessa integralmente da Telepace in mondovisione il 20 settembre ed in sintesi da Radio Vaticana.


Vuoi pubblicare anche tu i tuoi comunicati su Agenziastampa.net: invia il tuo comunicato è gratuito

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui