Continua alla Scuola Popolare di Musica di Testaccio la rassegna Musica & Musica 2020

Musica & Musica 2020

dal 2 febbraio al 5 aprile 2020

Sala Concerti

Piazza O. Giustiniani, 4/a (ex mattatoio) – Roma

Domenica ore 18,00

Continua alla Scuola Popolare di Musica di Testaccio la trentaduesima edizione di Musica & Musica dal 2 febbraio al 5 aprile 2020. Tema di quest’anno la “storia”

Dopo Alessio Bernardi, Riccardo Fassi, Fabrizio Andreozzi, Chiara Orlando e l’Anka Vocal Band, è la volta dell’Open Large Ensemble, orchestra di 14 elementi attiva all’interno della scuola diretta da Michele Iannaccone, uno degli storici fondatori della Scuola Popolare di Musica di Testaccio.

Anche gli arrangiamenti sono di Michele Iannaccone.

Seguiranno, in ordine sparso, i progetti di Giampaolo Ascolese (Art Blakey &Jazz Messengers) e le composizioni di Alessandro Gwis in trio.

Altro storico fondatore della scuola il trombonista Giancarlo Schiaffini, che sarà impegnato nel progetto di musiche originali proposto da Gerard Pape tra musica contemporanea, jazz ed improvvisazione.

Ed anche il blues e la tradizione saranno presenti con il progetto proposto dal Bop Pop Quartet.

Storia, tradizione, innovazione e ricerca si mescolano quindi in un programma vario ed originale, ricco di spunti e di novità che, come ormai è tradizione, vuole essere un punto di riferimento per tutti coloro che vogliono trovare la spontaneità, l’originalità e la curiosità del fare musica

Programma:

domenica 8 marzo ore 18,00
Open Large Ensemble
Brani originali e classici del jazz, rimodulati arrangiati e orchestrati per un organico speciale di 14 musicisti (tra fiati e ritmica)
Michele Iannaccone, direttore ed arrangiatore

Open Large Ensemble è una orchestra jazz e non solo. E’ una formazione che parte dall’organico tipico delle big bands jazzistiche e si apre ad altre sonorità più variegate e ricche di suggestioni (classiche, pop, jazz). Tutto ciò attraverso l’inserimento di flauti, clarinetti, voce, chitarra rock, sax soprano…
Il tentativo è quello tentativo di allargare gli orizzonti musicali, uscendo dagli stretti confini del modello ormai stereotipato delle big bands, senza dimenticare il fascino e il messaggio artistico dei capolavori della tradizione. Il repertorio attinge a classici del jazz, rimodulati e orchestrati appositamente per questo insieme di strumenti, a brani originali e ad adattamenti di brani di musica classica e musica da film

domenica 15 marzo ore 18,00
Alessandro Gwis Trio
Improvvisazioni e libere composizioni tra geometrie classiche e profondità timbriche
Alessandro Gwis, pianoforte
Luca Pirozzi, basso
Marco Rovinelli, batteria

domenica 22 marzo ore 18,00
The Bop Pop Quartet
Una ricerca originale tra blues, jazz, pop e rock
Valentina Cardinali, voce
Roberto Nicoletti, chitarre
Ermanno Dodaro, contrabbasso
Piero Fortezza, batteria

domenica 29 marzo ore 18,00
Giampaolo Ascolese “My Heart for Art”
Omaggio ad Art Blakey

Claudio Corvini, tromba
Mauro Verrone, sax alto
Mauro Zazzarini, sax tenore
Andrea Beneventano, pianoforte
Elio Tatti, contrabbasso
Giampaolo Ascolese, batteria

domenica 5 aprile ore 18,00
Gerard Pape
Musiche originali tra composizione e improvvisazione
Giancarlo Schiaffini, trombone
Thérèse Malengreau, piano
Lore Lixenberg, coloratura voice
Nicholas Isherwood, bass voice
Gerard Pape, sound projection
Olga Krashenko, video projection