Locali AMA in abbandono e nel degrado, pericolo per cittadini

Pincio. Zannola (PD): ”Locali AMA in abbandono e nel degrado, pericolo per cittadini. Diario può fare altro video”

“Cinque giorni fa denunciai lo stato di incuria e abbandono di un’area del Pincio. In particolare trattasi di locali in uso all’Ama nei giardini prospicenti il monumento a Enrico Toti. Una situazione di totale abbandono, pericolo e degrado, con recinzione divelta, dove chiunque può accedere. All’interno di questi locali ci sono rifiuti di tutti i tipi e fa bella mostra di sé anche un trattore in disuso con vetri, portiere, sedili e cofani rotti. La mia denuncia deve aver fatto effetto perché ritornando in quel luogo la situazione mostra un intervento rabberciato che non rimuove però i problemi di sicurezza. (*Il tutto può essere controllato dalla documentazione fotografica che allego al comunicato) Spiace peraltro dover constatare che 3 giorni fa il prode consigliere Angelo Diario si è dedicato a fare riprese video a Villa Borghese, riprendendo giardini e ambienti, ben lontani dal luogo di degrado da me segnalato. Capisco che la pedalata in bicicletta, in una giornata di primavera anticipata poteva essere gradevole, ma se proprio mi voleva smentire bastava una telefonata e gli avrei senz’altro dato l’ubicazione del luogo da me segnalato che non è certo un belvedere considerando anche la sua vicinanza proprio con uno dei più suggestivi belvederi del mondo. C’è da sottolineare che nel tour di Villa Borghese il consigliere ha evitato di filmare, proprio i luoghi della mia denuncia. Ho predisposto, a questo punto, un’interrogazione per chiedere alla Giunta il motivo di questa incuria e dell’abbandono in cui versano i locali in uso dell’AMA. Chiedo inoltre di conoscere i tempi di ripristino di sicurezza e decoro dei luoghi. Mi riservo infine di presentare una mozione specifica per un uso a servizi per i cittadini dei locali suddetti per preservarli dall’incuria.”

Così in una nota il consigliere del PD capitolino Giovanni Zannola.

Le foto di una settimana fa e la situazione attuale: