Stefano De Capitani: Municipia S.p.A., l’innovazione digitale a servizio della mobilità urbana

Favorire un modello di sviluppo sostenibile delle città sul “Mobility as a Service”: il focus del presidente di Municipia S.p.A. Stefano De Capitani.

Stefano De Capitani

Mobilità, Stefano De Capitani: una rete intelligente e multimodale, flessibile e reattiva

Il futuro della mobilità urbana: in un approfondimento sui suoi canali social Stefano De Capitani, presidente di Municipia S.p.A., spiega come il digitale possa giocare un ruolo determinante nel ridisegnare gli spostamenti urbani in un’ottica sempre più sostenibile e “smart”. “Il ritorno alla ‘normalità’, l’aumento del traffico e il conseguente inquinamento atmosferico impongono interventi immediati alle amministrazioni locali”: Municipia S.p.A. ha modo di appurarlo quotidianamente al fianco dei Comuni di ogni dimensione che supporta nel percorso di Digital Transformation. Rifacendosi all’esperienza della società del Gruppo Engineering, il presidente Stefano De Capitani osserva come le governance cittadine, affiancate dal settore privato, abbiano il compito di portare avanti e “di ripensare in primis la mobilità urbana adottando un modello ‘Maas‘, un nuovo servizio locale che soddisfi le esigenze di percorso degli utenti con la durata di viaggio più breve e con interscambi minimi”. Il modello ‘Mobility as a Service‘ richiede “un trasporto pubblico basato su una rete intelligente e multimodale, flessibile e reattiva, in cui gli orari sono fissati in base all’analisi dei flussi e in termini di capacità / frequenza del servizio”: fondamentale inoltre è che “possa essere regolato dinamicamente sulla stima della domanda e predittivamente in base alle possibili criticità legate alla viabilità”.

Stefano De Capitani: Mobility as a Service, benefici anche per l’ambiente circostante

È grazie quindi all’innovazione digitale, come evidenzia Stefano De Capitani, che diventa possibile ridurre l’utilizzo dei mezzi privati e, di conseguenza, anche il traffico viario e le emissioni nocive e climalteranti: insomma “una nuova frontiera degli spostamenti urbani che mette al centro, una volta di più, la condivisione dei mezzi incentrando i servizi sulle necessità degli utenti”. Il presidente di Municipia S.p.A. parla poi di un ulteriore aspetto meritevole di attenzione: “Dagli ultimi report di Legambiente Onlus risulta che il percorso delle città italiane per diventare Clean City ha molta strada davanti a sé ed è necessario investire nella trasformazione digitale”. È un impegno di cui i decisori pubblici sono chiamati a farsi carico: “Un’azione indispensabile per puntare alla sostenibilità delle nostre aree urbane, mettendo in primo piano le esigenze delle persone”, ribadisce infine Stefano De Capitani.