Pierroberto Folgiero: l’impegno di Fincantieri per la transizione energetica nelle parole dell’AD

Fare di Fincantieri “un pioniere” su digitale e propulsione verde: l’AD e DG Pierroberto Folgiero disegna il futuro del Gruppo in un’intervista rilasciata a “Il Secolo XIX”.

Pierroberto Folgiero

Pierroberto Folgiero, l’AD di Fincantieri: “Noi vogliamo essere pionieri su digitale e verde”

L’obiettivo è fare di Fincantieri “un pioniere” su digitale e propulsione verde. Lo ha sottolineato l’AD Pierroberto Folgiero intervenendo nelle scorse settimane a Genova per partecipare a un dibattito organizzato dall’Associazione italiana nucleare in occasione della presentazione del libro “Nucleare, ritorno al futuro” di Umberto Minopoli. Intervistato a margine dell’evento per “Il Secolo XIX“, l’AD Pierroberto Folgiero si è detto convinto che Fincantieri in futuro avrà tantissima crescita sul core business, sia nella parte militare sia mercantile: Sul core business abbiamo tantissimo da fare, su digitalizzazione, carburanti verdi, nuove forme propulsione. Quindi, per quanto mi riguarda l’energia imprenditoriale e manageriale sarà molto assorbita dal core business e dalla grande innovazione che vogliamo imprimere su quello”.

Pierroberto Folgiero: pronti a rischiare, investire, coinvestire, incubare, per favorire la transizione

Se sei leader di mercato, devi essere anche pioniere. Noi vogliamo essere pionieri su digitale e verde”: lo ribadisce chiaramente Pierroberto Folgiero, dallo scorso maggio AD di Fincantieri. “La domanda nel settore della navigazione, nella parte alta delle crociere da parte dei grandi armatori, c’è ed è spinta“: per soddisfarla secondo l’AD è necessario che il sistema italiano sia capace di proporre “soluzioni industrializzate: Gnl oggi, idrogeno domani, nucleare dopodomani”. Fincantieri, in quanto “industrializzatore di sistemi di propulsione nel trasporto pesantissimo”, si configura quindi come “interlocutore naturale di tutte le soluzioni della transizione energetica”. Non solo: “Sarà anche un imprenditore: siamo pronti a rischiare, investire, coinvestire, incubare, fare tutto ciò che serve per far sì che l’industria italiana sia in grado di fornire tutte le tecnologie necessarie alla transizione”, ha specificato infine Pierroberto Folgiero.