Silvia Tirado: “La forza della musica e dell’amore”. L’intervista

Cosa rappresenta per te la musica?
La musica per me è ossigeno, ti fa star bene, ti rende felice e solare. È come una carezza soave che ti fa dimenticare. È infatti questo che è avvenuto nel 2019 quando ho dato inizio alla mia attività musicale, pubblicando alcuni singoli di genere elettronico che anche se ora non mi rappresenta più è stato molto utile per la mia crescita.

Raccontaci com’è nato il tuo ultimo progetto discografico.
Sempre in riferimento alla mia prima esperienza discografica ho capito di voler spaziare in altri generi più adatti al mio temperamento di donna latina, visto che mia madre è dominicana. È stato così che da un incontro con il music producer manager Tony Massarutto, seguendo i suoi preziosi consigli e studiando, unitamente ad un team di professionali quali: il music producer autore Sasà Flauto, la vocal coach Roberta Bagnolo, l’avvocato della musica (esperto del diritto d’autore) Leopoldo Lombardi, Regina Rogers, Dario Angel Braglia El Mendez e Marcello Pellitteri insieme alla produzione PDS Solution è nato questo nuovo progetto discografico audiovisuale che ha dato vita al mio primo singolo Mi Chico.

Quali artisti-personaggi ti hanno cambiato la vita?
(Anche non esclusivamente legati al mondo musicale)
Sicuramente mio padre Silvio, che avendo sempre suonato ed avendo accompagnato importanti cantanti, da piccola sentendo musica a 360 gradi mi faceva conoscere canzoni di Walt Disney per poi cantarle. Inoltre ascoltando tutto genere pop italiano ed inglese ivi compreso il genere latino, con tanta ammirazione verso la nostra Raffaella Carrà, Jennifer Lopez e Natti Natasha.

Quale ruolo riveste la musica nella società?
La musica riveste un importante ruolo nella trasmissione di messaggi positivi in particolar modo in questo periodo che si rivive la guerra.

Come può ripartire la musica post Covid?
La musica è una forza della natura che non può essere arrestata in nessun modo. Infatti anche durante la pandemia ha invaso le case di tutti. Oggigiorno post -pandemia la musica riprende il suo ruolo fondamentale nella società grazie a concerti, festival e locali! Ridando la gioia dello spettacolo al pubblico ma anche a chi di musica ci vive

Dove ti vedi tra 10 anni?
Augurandomi di coronare con successo questa mia attività musicale tra 10 anni vorrei tanto vivere di questo lavoro, facendo conoscere la mia musica ovunque. Chiaramente, vedendomi felicemente sposata con figli, perché come ho sempre detto, l’amore è la risposta a tutto!