Il contributo di Gruppo Riva per il restauro della Via Crucis di Cerveno

Con la sua donazione, Gruppo Riva conferma ulteriormente il profondo legame che lo unisce alla Valle Camonica, luogo che ospita tre dei suoi stabilimenti.

Gruppo Riva

La donazione di Gruppo Riva alla parrocchia di Cerveno

Il leader siderurgico italiano ha donato 20mila euro alla parrocchia di Cerveno per il restauro della Via Crucis. Il contributo servirà a restaurare il capolavoro artistico di Beniamino Simoni comprendente le cappelle del santuario della Via Crucis situate nel borgo bresciano. A siglare l’accordo sono stati il Presidente del CdA del Gruppo Valerio Bisio, il Consigliere Delegato Andrea Martinelli e il parroco promotore degli interventi di restauro don Giuseppe Franzoni. Bisio ha riconosciuto “la magnificenza dell’opera cervenese” e “il clima di condivisione attorno a un bene così caro alla cittadinanza locale e di inestimabile valore storico, artistico e religioso“. Il parroco ha infine ringraziato i vertici del Gruppo per il contributo dato al restauro e per il sostegno offerto ai bisogni della comunità e del territorio in generale. Questa, in effetti, non è la prima dimostrazione dell’interesse che Gruppo Riva riserva nei confronti del patrimonio artistico della Valle Camonica. Già tre anni fa l’operatore siderurgico aveva destinato un importo simile.

Gruppo Riva e Valle Camonica: un legame che dura da 40 anni

Sono circa 40 anni che Gruppo Riva continua a tessere questo profondo legame che lo unisce ai luoghi della Valle Camonica. Caratteristica dell’operato aziendale è proprio l’attenzione che l’azienda pone nei confronti dei territori che ospitano i suoi stabilimenti, sia in Italia che all’estero. Tra tutti, la Valle Camonica occupa però una posizione speciale. Area dalla forte tradizione, è arrivata ad essere considerata un vero e proprio “distretto industriale siderurgico“. Ben tre stabilimenti del Gruppo sorgono in questa zona. Il più antico è quello di Malegno, realizzato negli anni ’30. Oggi conta all’incirca 70 dipendenti e garantisce, oltre ad un’alta qualità del prodotto, anche un’attenta integrazione ambientale e la tutela alla sicurezza e salute dei lavoratori. Il secondo sito produttivo eretto in terra bresciana è la fabbrica di Cerveno, costruita nel 1983 e conosciuta soprattutto per il suo laminatoio. Lo stabilimento di Sellero è costituito da un laminatoio per la produzione di profili di grandi dimensioni e dispone anche di un’avanzata torneria di cilindri. Attraverso i suoi contributi, Gruppo Riva si impegna a rafforzare costantemente il suo legame con la Valle Camonica.