Avicenna e le innovazioni nella moderna farmaceutica

Si è tenuta di recente a Tashkent, in Uzbekistan, la quinta edizione della tradizionale Conferenza scientifica e pratica internazionale “Abu Ali ibn Sino e innovazioni nei prodotti farmaceutici moderni”.  La conferenza prende il nome dal famoso filosofo, matematico, fisico e medico Abu Ali ibn Sino, noto in Occidente come Avicenna.

Il meeting è stato organizzato dal Ministero della Salute dell’Uzbekistan, dal Tashkent Pharmaceutical Institute e dalla Ibn Sino Public Foundation.

Più di 300 scienziati uzbeki, esperti, medici, farmacisti, chimici, biologi, pubblico, media, nonché specialisti stranieri provenienti da Germania, Israele, India, Iran, Kazakistan, Cina, Corea, Malesia, Russia e Turchia, hanno discusso questioni di approfondimento e ampia promozione del ricco patrimonio scientifico lasciato all’umanità da Abu Ali ibn Sino.

È noto che Avicenna (vissuto tra il X e l’XI secolo) è considerato uno dei più significativi medici, astronomi, filosofi e scrittori islamici e il padre della medicina antica. Ha dato un contributo inestimabile alla medicina e alla farmacologia mondiale, attivando le riforme della cultura sanitaria e stimolando la ricerca scientifica. La sua enciclopedia medica in cinque volumi “Il canone della medicina” è stata utilizzata come libro di testo medico standard nel mondo islamico e in Europa fino al XVIII secolo.

Nell’ambito dell’evento scientifico internazionale, si è tenuta una plenaria e sei sessioni di sezione, durante le quali più di 100 scienziati ed esperti hanno redatto relazioni scientifiche.

Durante la conferenza, al fine di sviluppare la cooperazione scientifica internazionale, la Fondazione pubblica di Avicenna e l’Istituto farmaceutico di Tashkent hanno firmato un Memorandum di cooperazione con l’Accademia di medicina tradizionale della Federazione russa e l’Associazione medica europea.

Inoltre, nell’ambito del Convegno, è stato istituito un concorso “Premio Nazionale Abu Ali ibn Sino” di ricercatori scientifici con tre categorie di candidature: innovazioni di Avicenna, innovazioni nei prodotti farmaceutici moderni e giovane farmacologo.

Ricordiamo che nel 2017 la Fondazione Avicenna ha firmato un Memorandum di Cooperazione con il Tashkent Pharmaceutical Institute, dopo di che nel 2018  è iniziata la tradizione di organizzare conferenze farmaceutiche annuali a Tashkent. Con quella in oggetto siamo quindi alla quinta conferenza internazionale.

Per quanto riguarda l’edizione di quest’anno, i molti partecipanti venuti da ogni parte del mondo e l’ampliamento dei programmi della conferenza, testimoniano il grande successo della collaborazione scientifica e internazionale della Fondazione Avicenna con l’Istituto Farmaceutico di Tashkent, un’importante beneficio per lo sviluppo della scienza nazionale e del popolo dell’Uzbekistan.