La celebrazione del 1° maggio presso lo stabilimento di Gruppo Riva, le parole del Presidente del CdA

In occasione della Festa dei Lavoratori, il Vescovo Monsignor Pierantonio Tremolada ha tenuto la Santa Messa presso Malegno, nel sito produttivo di Gruppo Riva. L’intervista al Presidente del CdA, Valerio Bisio.

Gruppo Riva

Nonostante il periodo difficile, qualità e sicurezza restano le priorità per Gruppo Riva

Quest’anno il 1° maggio è stato celebrato in un momento particolarmente complesso per il mondo del lavoro in generale e per il settore siderurgico. “Effettivamente – ha sottolineato Valerio Bisio, Presidente del CdA di Gruppo Riva – il momento non è dei migliori. Noi che lavoriamo in siderurgia dobbiamo affrontare le difficoltà economiche che non si prevedono di corta durata”. L’aumento dei costi energetici e gli effetti della guerra in Ucraina si stanno di fatto ripercuotendo sull’attività del Gruppo: nonostante ciò, l’importanza data alla qualità dei prodotti e alla sicurezza sul lavoro restano le priorità aziendali. A conferma dell’impegno promosso da Gruppo Riva, il Presidente riporta l’esempio del corso tenuto negli stabilimenti della Valle Camonica: “Abbiamo sperimentato un corso tenuto in collaborazione con l’Università Cattolica di Brescia sulla consapevolezza nei confronti della propria sicurezza e di quella dei colleghi di lavoro che, visti i risultati e i riconoscimenti ottenuti, verrà esportato in tutte le nostre altre fabbriche”.

Lo stretto legame tra Gruppo Riva e i territori in cui opera

Presente in Italia e a livello internazionale, Gruppo Riva ha saputo creare uno stretto legame con tutti i territori in cui sorgono i suoi stabilimenti. Uno di questi è la Valle Camonica con cui il Gruppo, grazie alle fabbriche presenti a Malegno, Sellero e Cerveno, ha da decenni un profondo rapporto di reciproco rispetto. Anche in Spagna, Francia, Germania, Belgio e Canada, spiega il Presidente del CdA, è riuscito “ad avere con il territorio un legame stretto”. Un esempio significativo è quello del sito produttivo di Lesegno: nonostante lo stabilimento cuneese sorga in una “località dove attività come l’agricoltura e l’allevamento del bestiame sono preponderanti”, mentre la produzione e la trasformazione dell’acciaio non vantano radici antiche, nel corso degli anni Gruppo Riva ha saputo instaurare un “rapporto di reciproco rispetto con il territorio”. Anche le numerose richieste presentate dai genitori affinché i figli possano entrare a far parte del Gruppo confermano il profondo legame che li unisce alla realtà siderurgica.