IL CORO VIADELCANTO TORNA CON DUE CONCERTI DI PRIMAVERA

La formazione milanese eseguirà a cappella una raffinata selezione di madrigali e brani contemporanei a Tradate sabato 14 maggio, alle 17, nel Santuario del Santo Crocefisso, in via Crocefisso a Milano lunedì 16 maggio alle 20,30 nella splendida chiesa di San Bernardino alle Monache, in via Lanzone, 13.

Milano, 13 maggio – Il coro milanese ViaDelCanto dopo due anni di sosta per l’emergenza pandemica, torna a incontrare il suo pubblico in due spettacoli a ingresso libero a metà maggio: il primo si terrà a Tradate sabato 14 maggio, alle 17, nel  Santuario del Santo Crocefisso, in via Crocefisso; nel cuore di Milano la replica milanese, fissata per lunedì 16 maggio alle 20,30 nella splendida cornice di San Bernardino alle Monache, in via Lanzone, 13 .

Lo spettacolo di Tradate fa parte del  progetto “Ti ascolto: non sentirti solo”, organizzato dall’associazione di volontariato Anglad Prealpina  di Tradate, che vede come partner l’Ufficio di Piano di Tradate.
La serata milanese è invece a favore del Fondo speciale dell’Ucraina dell’UNHCR, l’agenzia Onu per i rifugiati.

Il programma

ViadelCanto  si esibisce prevalentemente a cappella, in un repertorio che si snoda dalla fine del 1400 ai giorni nostri e include composizioni popolari e auliche, religiose e profane. Il programma dei prossimi concerti prevede, in particolare

Jacob Arcadelt, Il bianco e dolce cigno;  Sergej V. Rachmaninov, Bogoroditse Devo;  Mykola Leontovyč, Ščedryk; Ola Gjeilo, Ubi Caritas;  Philip Stopford, Ave Verum;  William Byrd, Ave Verum;  Thomas Morley, Now is the month of maying;  Maddalena Casulana, Morir non può; Philippe Verdelot, Si’ lieta e grata morte:  Zoltán Kodaly, Stabat Mater;  Ola Gjeilo, Northern lights

Tra le molte novità, si segnalano lo Scedryk, brano ucraino dall’incalzante e inconfondibile ritmo, una bellissima Ave Maria musicata da Rachmaninov, l’evocativo Northern lights di Gjeilo