ATS Pavia: apertura del corso triennale di formazione specifica in medicina generale – Polo formativo di Pavia

Un corso abilitante di almeno 4.800 ore complessive, distribuite su tre annualità, articolato in attività di tirocinio pratico (3.200 ore) e attività teoriche (1.600 ore), per poter svolgere l’attività del Medico di Medicina Generale nell’ambito del Servizio Sanitario Nazionale. Un diploma di formazione specifica in Medicina Generale, che si ottiene tramite l’ATS di Pavia in collaborazione con ASST Pavia e Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia quali punti erogativi presso i quali svolgere le attività didattiche di tirocinio pratico e teorico. Attualmente i corsisti sono 78, suddivisi in 3 classi: 13 al primo anno, 26 al secondo e 39 al terzo.

Ad ATS Pavia spetta l’organizzazione e la gestione del percorso formativo e l’erogazione delle attività didattiche di natura pratica e teorica e la nomina dei docenti. I medici tutori che affiancheranno i tirocinanti nello svolgimento della pratica negli ambulatori di MMG presenti sul territorio pavese aventi i requisiti (oltre 10 anni e conseguimento corso polis) sono 37.

“Obiettivo del corso è fornire ai Medici di Medicina Generale in formazione, tutte le competenze necessarie per farsi carico della salute psicofisica dei propri assistiti, maturando competenze sia nella relazione con i pazienti che nell’attività clinica, oltre che nella gestione dei percorsi assistenziali e nell’organizzazione delle attività. Un percorso fondamentale reso possibile anche grazie alla riorganizzazione del Polo formativo presso le ATS lombarde. I giovani laureati possono contare su una solida tradizione medica, come quella pavese, da cui poter apprendere tutte le competenze cliniche necessarie, grazie anche alla grande disponibilità delle strutture specialistiche di ospitare i tirocinanti” ha sottolineato il Direttore Generale di ATS PAVIA, la Dott.ssa Lorella Cecconami.

“Il tirocinio in Medicina Generale ha il compito di preparare i giovani medici a svolgere con competenza il ruolo di Medico di Medicina Generale. È un tirocinio professionalizzante, in quanto consente ai medici di apprendere le conoscenze necessarie e indispensabili per essere autonomi nello svolgere il compito di Medico di Medicina Generale” sottolinea il dott. Giorgio Monti, coordinatore didattico del corso.

“È un anno e un momento straordinario: l’emergenza ha consentito agli specializzandi e anche ai tirocinanti Medici di Medicina Generale di svolgere l’attività professionale riconosciuta come formazione. Siamo finalmente al pari degli altri Paesi Europei.” conclude il dott. Alessandro Colombo, Direttore di Polis Lombardia.