FlightCoin, la nuova stablecoin di FlyFreeAirways

Una stablecoin legata all’economia reale dei trasporti e dei vettori aerei B2B

Il mercato delle criptovalute, stando al rapporto sugli utili del secondo trimestre del 2021 di Coinbase, società di scambio di beni digitali con sede a San Francisco, uno dei leader del settore, starebbe mostrando segni di maturità.

Il volume degli scambi

Lo sostiene il Sales Trader di GlobalBlock, Marcus Sotiriou, che fa notare come il volume degli scambi retail sia più che decuplicato nel trimestre concluso il 30 giugno, rispetto al medesimo trimestre dell’anno scorso, passando da 11 a 145 miliardi di dollari. Ancora meglio ha fatto il volume degli scambi degli investitori istituzionali, cresciuto addirittura di venti volte in un anno, passando dai 17 miliardi del 2020 ai 345 miliardi di quest’anno.

Pertanto, fa notare Sotiriou, sebbene il mercato crypto possa ancora apparire fortemente orientato verso gli investitori retail, in realtà il rapporto di Coinbase mostra chiaramente come le istituzioni stiano iniziando a dominarlo.

Profitti sempre maggiori

Coinbase ha anche annunciato un profitto di oltre 1,6 miliardi di dollari, quasi doppio rispetto al trimestre precedente, con un fatturato di 2 miliardi maggiore rispetto agli 1,88 miliardi previsti dagli analisti.

Non stupisce più di tanto, perciò, che il famosissimo produttore di microchip Intel abbia dichiarato di avere investito 800.000 dollari in azioni della società.

Nell’insieme, in buona sostanza, ci sono diversi indicatori che suggeriscono che il mercato crypto sia cambiato rispetto a com’era anche solo l’anno scorso, quando i segni di maturità erano scarsi e rari. Invece l’ormai crescente interesse da parte dei grandi investitori, e delle grandi aziende, mostra non solo un cambio di tendenza, ma anche un probabile forte consolidamento delle stesse fondamenta di questo mercato ancora così giovane e particolare.

Economia reale

La tendenza è dunque sempre più verso l’economia reale e non più la speculazione o l’investimento in senso puro e sempre più verso token appoggiati su note blockchain e con dei sottostanti garantiti come beni e servizi, azioni societarie ed opere d’arte piuttosto che cripto semplici con proprie blockchain. Questo garantisce molto di più gli investitori sia rispetto agli hacker sia rispetto alle speculazioni e lega il token ad un valore di base reale garantito e certificato.

Su questa tendenza del mercato nasce l’idea di Francesco D’Alessandro di creare un proprio token sulla piattaforma Waves: FlightCoin.

Nasce FlightCoin

FlightCoin, la criptocurrency che nasce oggi, è una Stablecoin in cui il prezzo è progettato per essere ancorato all’economia reale. In particolare, all’economia dei viaggi d’affari, del turismo esperienziale, ai vettori merci e ai vettori aerei privati.

E’ il suo inventore ad annunciarne la nascita: Francesco D’Alessandro. Già fondatore e CEO della startup innovativa FlyFreeAirways che, con la sua piattaforma tecnologica innovativa e il nuovo modello di business, si pone il grande obiettivo di diventare un punto di riferimento nel settore della mobilità aerea privata e della mobilità intelligente, nell’ottica B2B per il trasporto di merci e persone.

FlightCoin è una stablecoin

FlightCoin, la nuova criptocurrency, è una stablecoin in cui il prezzo è progettato per essere ancorato all’economia reale. In particolare, all’economia dei viaggi d’affari, del turismo esperienziale, ai vettori merci e ai vettori aerei privati.

I bilanci delle aziende partecipanti rigorosamente selezionate (solo bilanci che rispettano un alto livello di rating, investimenti reali e riserve sottostanti a garanzia) e il valore dei loro beni e servizi offerti saranno certificati ed inclusi nella tecnologia Blockchain. Gli investitori possono utilizzare i servizi per suddividere i propri investimenti tra i vari mercati: Classic Tour Operator, Business Travel Management, Turismo esperienziale, Cargo Carriers, Private Jets e, a breve, Insurance, Crowdfunding e ICO.

Francesco D’Alessandro 

“Questa nuova criptovaluta è pronta ad essere tra le prime monete digitali nei più importanti exchange mondiali, che non potranno che sostenerla per il suo valore aggiunto in campo finanziario e della mobilità sostenibile ed intelligente”, afferma Francesco D’Alessandro. Sarà il rilascio di token a dare valore ai progetti in modo proporzionale al valore generato da Fly Free Airways e dagli stessi associati & partners commerciali. Ad ogni deposito od investimento o riserve a garanzia o conferimento certificato di beni e servizi viene emesso un certificato digitale che abilita lo smart-contract a emettere i token.

FlyFreeAirways

FlyFreeAirways, attraverso la piattaforma waves, emetterà 100 milioni di token, unici e non riemettibili. Una quantità di token in pratica numericamente pari a 10 volte l’aumento di capitale in corso che si concluderà al 31 dicembre 2021 e che rappresenta quindi un sottostante importante tanto più che in quanto stablecoin, la stessa non avrà volatilità e continuerà a garantire sempre pagamenti istantanei globali. Non saranno mai emessi nuovi token e gli stessi finanzieranno sia i progetti di investimento nuovi per lo sviluppo e l’innovazione del business model sia i progetti di ricerca e sviluppo nella mobilità intelligente, smart city e sostenibilità ambientale nel settore dei trasporti in generale.

I token FlightCoin potranno essere acquistati sia con valuta corrente, sia con criptovaluta, ed essere utilizzati per effettuare pagamenti, fare investimenti e anche scambi oltre che per gli acquisti dei servizi degli associati e della stessa FlyFreeAirways.