Cos’è, come funziona e perché si censura ancora l’organo femminile del piacere

Prosegue la traduzione e pubblicazione dei libri della giornalista e scrittrice francese Caroline Balma-Chaminadour per conto della casa editrice Panda Edizioni. Con Il libro (serio) del clitoride. Il clitoride oltre i tabù, l’autrice punta il dito contro l’ipocrisia della nostra società per fare chiarezza sull’organo femminile il cui unico scopo è legato al piacere.

L’autrice parte da due dati per porsi la domanda all’origine al saggio: perché il clitoride è un argomento tabù? Il primo dato è allarmante. La metà dell’umanità è donna e possiede un organo di cui non si parla. Vale a dire che quasi 4 miliardi di donne sono all’oscuro della sua funzione o ne ignorano l’esistenza. Il secondo dato viene dalla scuola. È solo nel 2017 che, per la prima volta, un manuale scolastico (Science de la Vie et de la Terre) riporta un modello anatomico corretto dell’organo femminile in questione. Il motivo di tutta questa reticenza è dovuto al fatto che l’organo del piacere non ha altra funzione che quella legata al piacere.

Tralasciando la diatriba tutta italiana su “il” o “la” clitoride (l’editore ha preferito adottare la forma d’uso più comune), si scopre che quest’organo, conosciuto e studiato fin dai tempi antichi, a partire dal 1800 diventa “inutile”, perché i medici dell’epoca documentano che le donne possono concepire anche senza avere un orgasmo. Da allora il clitoride subisce la censura, assecondata dalla Chiesa, che non vedeva di buon occhio l’autoerotismo.

Il piacere femminile ha sempre provocato una paura ancestrale, ed è per questo che ancora oggi più di 200 milioni di donne, riporta l’autrice, subiscono mutilazioni genitali come l’infibulazione. La pratica, comune in molti paesi africani, fino a metà del XIX secolo in Occidente era prescritta come “cura” per isteria ed epilessia.

Il libro (serio) del clitoride non è un manuale erotico né un manifesto femminista. La ricerca di Caroline Balma-Chaminadour si rivolge a donne e uomini che, scoperchiando i tabù, vogliono conoscere meglio il funzionamento del clitoride in senso teorico e pratico.