A Milano il maratoneta e attore greco Agis Emmanouil che lotta per l’ambiente. Porterà alla 26esima conferenza ONU sul clima di Glasgow le battaglie della Rete dei Comitati milanesi

A Milano il maratoneta e attore greco Agis Emmanouil che lotta per l’ambiente

Porterà alla 26esima conferenza ONU sul clima di Glasgow le battaglie della Rete dei Comitati milanesi

L’emergenza climatica è una priorità che va affrontata “di corsa” perché non abbiamo più molto tempo; oggi qualcuno ha pensato di prendere l’espressione alla lettera e di farlo davvero.

Si tratta di Agis Emmanouil, ambientalista e attore molto famoso in Grecia, che sta effettuando una lunga maratona di 2421 chilometri da Atene a Glasgow per sensibilizzare le persone sui rischi causati dai cambiamenti climatici.

Domani il maratoneta entrerà a Milano accompagnato, in bicicletta, da Gabriella Bruschi, giornalista economica, attivista per l’ambiente e presidente del Comitato Coordinamento San Siro, nonché capolista alle prossime elezioni amministrative di Civica AmbientaLista, lista formata da cittadini e da cittadine che nei comitati e nella cittadinanza attiva milanese da anni si battono per difendere il suolo, il verde, la natura e la storia dei loro quartieri.

Il maratoneta greco, infatti, visiterà con l’amica milanese alcuni dei luoghi simbolo della lotta dei comitati cittadini per la salvaguardia del verde e dell’ambiente, quali l’ex Parco Bassini a Città Studi e il parco di San Siro in via Tesio, a rischio distruzione per far posto a nuovi Imponenti progetti edilizi.

Proprio nel Parco di via Tesio giovedì sera il maratoneta concluderà la sua corsa accolto dagli ambientalisti della città.

“Non posso che ringraziare Agis – ha spiegato Gabriella Bruschi – per l’impegno che sta dimostrando per la salvaguardia del pianeta e dei suoi abitanti con la sua importante iniziativa. Lo ringrazio anche per la vicinanza alle nostre iniziative come comitati civici, perché ci permette di ricordare che la difesa dell’ambiente è un compito che riguarda tutti, quotidianamente nelle nostre città”.

Come è stato fatto nelle altre città, consegnerò nelle mani di Agis un documento che illustra le criticità ambientali di Milano cosicché – come ogni maratoneta faceva nel passato – possa fare da messaggero per noi all’Onu. Il messaggio di Agis è proprio lo stesso della Civica Ambientalista: occorre fare presto, occorrono politiche più coraggiose, il pianeta non ci aspetta più!”

La visita nel capoluogo lombardo ha anche un significato ulteriore dal momento che proprio a Milano si svolgeranno gli incontri preliminari della Conferenza Onu sul clima i prossimi 30 settembre-2 ottobre

Agis è arrivato a Milano ospite di Gabriella, dopo essere sbarcato a Venezia dalla Grecia (questo e la traversata della Manica sono gli unici due tratti in barca) e qui visiterà i dintorni per portare la propria esperienza a quanti lo vorranno ascoltare.

L’arrivo a Glasgow non è casuale, in quanto è qui che il primo novembre prenderà avvio la 26esima Conferenza Onu sul clima (Cop 26), organizzata nel Regno Unito ma preparata con la collaborazione del nostro paese.