Bodies: la rassegna dei corpi danzanti tra virtuale e reale tra Dante e mito greco


Hai già messo mi piace sulla nostra pagina?

L’ottocentesco Teatro Goldoni di Corinaldo (AN), città palcoscenico tra i 7 borghi più belli d’Italia, riparte dalla danza: due mesi di performance dallo storico teatro all’italiana del borgo medievale

Dalla danza, dai suoi molti volti e dalle nuove modalità dell’arte antica del corpo in movimento, riparte lo storico Teatro Goldoni di Corinaldo (AN), tipica struttura all’italiana ottocentesca, che dall’11 aprile al 29 maggio sarà “tempio di Tersicore” con Bodies, rassegna promossa e ideata dal Gruppo Danza Oggi in collaborazione con il Comune di Corinaldo ed AMAT.

Prologo dell’evento è l’inedita residenza in loco che vede un primo confronto virtuale con il pubblico l’11 aprile in una speciale formula interattiva con massimo 25 spettatori per volta, per poi articolarsi fino al 29 maggio attraverso performance e spettacoli dal vivo, anche online in diretta dalla cittadina, per ricominciare ad abitare i vicoli e gli scenari storici attraverso i corpi di oltre 20 danzatori per 4 compagnie italiane dal respiro internazionale.

La prima tappa immerge Bodies nel suo viaggio attraverso il reale ed il virtuale, studiando la relazione tra i nuovi sistemi comunicativi e la libertà personale di interagire con essi. Dopo lo studio interattivo in diretta streaming dell’11 aprile, il 15 Aprile la rassegna apre ufficialmente con Hash_tag/call for interaction, frutto del lavoro della residenza artistica a Corinaldo. Un’analisi della lettura e della distorsione del corpo attraverso la rete di due coreografe internazionali: Nicoletta Cabassi e Simona Lisi. Lo spettacolo sarà disponibile su www.ontheatre.it

Hash_tag/call for interaction, in collaborazione con Cinematica Festival 2021, dà il via alla rassegna di corpi danzanti. La scelta è quella di danzare per recuperare la comunicazione, paradossalmente perduta, nel mondo virtuale, sfruttandola all’insegna della libertà di interagire con le sue nuove forme.

Sarà la compagnia E.sperimenti Dance Company, sempre alla ricerca di una perenne sfida, direttamente prodotta dal Gruppo Danza Oggi, membro del CID Unesco, a dare il via alla Festa Mondiale della Danza il 29 Aprile.

Bodies prosegue con il secondo appuntamento il 30 Aprile con la Compagnia Francesca Selva: Pietà per Icaro. Uno spettacolo che si propone di operare un ribaltamento nella nostra concezione del mito greco. Ai bambini ancora si racconta di come Icaro abbia sbagliato a volare troppo vicino al sole e di come abbia pagato la sua scelta, nonostante gli avvertimenti del padre Dedalo.
Pietà per Icaro nasce dalla domanda: E se la colpa fosse di Dedalo per non aver creduto in Icaro?”
Come può un sogno oltre l’immaginabile, persino oltre il sole, essere così rischioso. Sognare non può essere una colpa. Ancora una volta, quindi, lo spettacolo ribalta i termini comunicativi, partendo dal mito greco, assaporando una nuova nozione di libertà. La libertà di sognare e di tentare “nuove prove di volo”.

Terza tappa di Bodies, l’1 e il 2 Maggio è con la compagnia Rex Estensa: Non tutti sanno che…. Uno spettacolo di Elisa Barrucchieri che ripercorre i dietro le quinte e tutto il processo di creazione ed ideazione. Un’altra manifestazione della comunicazione contemporanea che si scontra con le immutabilmente mutevoli forme della danza.

Bodies si conclude con un viaggio tra le rime dantesche con lo spettacolo Il gran viaggio del divino Dante di Luca Bruna e Mario Ferrari. Un viaggio a passo di danza offerto dalla compagnia Oplas il 29 Maggio. La danza culmina, quindi, con un racconto coreografico dell’Inferno di Dante Alighieri, rinnovando la comunicazione senza tempo della Divina Commedia, che si offre al pubblico da oltre 700 anni.

Qualora le normative anti-covid19 lo permettano gli spettacoli saranno aperti al pubblico con numero contingentato a norma di legge.

Info su: www.marcheinscena.it

Le notizie del sito VivailTeatro.it sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «VivailTeatro.it» e l’indirizzo «www.vivailteatro.it»


Fonte Viva il Teatro




Vuoi pubblicare anche tu i tuoi comunicati su Agenziastampa.net: invia il tuo comunicato è gratuito

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui