“Saturno e il tuo nome” è il nuovo singolo di Ruggero Ricci e Dylan, un piccola perla di cantautorato italiano che accarezza mente e cuore

Dopo aver collezionato importanti feedback e raccolto il successo degli ultimi progetti solisti, Ruggero Ricci (X Factor Italia 2016) e Dylan (X Factor Italia 2020), hanno unito la delicatezza delle loro vocalità e la sensibilità dei loro testi in “Saturno e il tuo nome” (Visory Records), un pezzo che mette in luce non soltanto la loro caratura vocale, ma anche la sensibilità autorale di entrambi.

Hai già messo mi piace sulla nostra pagina?

Ascolta su Spotify.

Il senso profondo di distanza, il bisogno imprescindibile di amare e di amarsi oltre ogni conflitto: questo il punto centrale del brano, lo specchio di una generazione che fatica, spesso anche solo in apparenza, a provare sentimenti puri, reali, che non si limitino esclusivamente alla dimensione virtuale. Per questo è stato scelto il pianeta Saturno, così distante da raggiungere, ma meraviglioso da ammirare, paragonato al nome di una persona che rimane impressa, scolpita, incisa a fuoco nella nostra anima, senza svanire mai – «Anche sotto la grandine, torni come un satellite qui, nella mia mente» -. Una storia d’amore vissuta pienamente, tra alti e bassi: una realtà che si scontra con le difficoltà quotidiane, a cui va a sommarsi la condizione di amare in piena pandemia.

«Siamo parole gonfiate, palloni aereospaziali» cantano i due artisti, esprimendo in musica lo status effimero e transitorio della nostra esistenza e ricordandoci che, anche quando sembra sia «troppo tardi per le incomprensioni», se rimaniamo vicini, cuore ed anima, alle persone che amiamo, riusciremo a sfiorare l’eterno, diventando «una canzone, la via d’uscita, la resurrezione».

«“Saturno e il tuo nome” – spiegano Ruggero Ricci e Dylan – è nato con la precisa intenzione di scrivere una canzone in collaborazione; per questo è stato scritto e cantato in parti uguali. Tale soluzione conferisce al brano omogeneità e, dal punto di vista stilistico, denota un continuum musicale ai nostri ultimi lavori solisti».

Ad accompagnare il brano, il videoclip ufficiale, diretto da Alessio D’Onofrio e presentato in anteprima nazionale su TGcom24, in cui scorrono frammenti di storie vissute all’interno delle abitazioni dei protagonisti; una dimensione ovattata che emoziona nella sua veridicità e ci ricorda che ad ogni dolore segue sempre la guarigione e che ogni fatica è sempre ricompensata da quel lieto fine tanto atteso e sperato.

Guarda il video.

Sonorità tipicamente elettro-pop, vengono delineate finemente da strumenti che abbracciano varie fasi: la perfetta cornice per un testo d’autore contemporaneo. “Saturno e il tuo nome” rappresenta il perfetto equilibrio, trasposto in musica dal riuscito intreccio tra le vocalità dei due artisti, entrambe riconoscibili e contraddistinte da timbriche uniche ed inconfondibili, ma ancora più potenti, brillanti ed emozionanti, in questa fusione di cuore e voce.

Biografie.
Ruggero Ricci: Ruggero Ricci nasce a Lugo (RA) il 13 Febbraio del 1989. Appassionato alla musica fin da bambino, dimostra fin dai primi anni di vita una forte predisposizione ed inclinazione al Soul ed all’R’n’B e, crescendo, trova la sua dimensione artistica nell’universo Pop melodico. Da sempre innamorato del bel canto e di artisti quali Amy Winehouse, Janis Choplin, Billie Holiday e James Brown, si avvicina alla scrittura come autore per altri artisti, a cui affianca la didattica, in qualità di Vocal Coach ed un percorso di maturazione personale e professionale, incentrato principalmente sull’esperienza live. Titolare di una scuola di Canto a Ravenna, Talent Scout, Direttore Artistico, giurato per svariati programmi e format TV, Ruggero Ricci partecipa anche a diversi contest e competizioni canore, tra cui Sanremo Music Awards (2013, vincitore del Premio Futura come Miglior Cantautore dell’anno), X Factor Italia (2013), Casa Sanremo (2014), Area Sanremo (2014 e 2015) e Deejay On Stage (2017). Nel 2014 pubblica “Contrasti”, il suo primo album ufficiale, a cui fa seguito un tour internazionale che tocca metropoli come Londra, consentendogli di calcare palchi di rilevanza planetaria, quali, ad esempio, quello del Piccadilly Square dell’Oxford Circus e dell’Empire Casinò e di essere opening act di celebri artisti italiani, come i Nomadi. Il 2018 è la volta di “La forma delle nuove”, secondo progetto full length, che porta Ruggero a spopolare su tutte le emittenti radiofoniche italiane, ad incontrare i fan attraverso un fortunatissimo instore tour e ad esibirsi in concerto nelle più prestigiose venue nazionali. Nel 2019 e nel 2020, il poliedrico artista emiliano rilascia diversi brani di successo, tra cui “Tsunami” e “Le persone non parlano”, quest ultimo, in collaborazione con il giovane astro nascente del panorama rap italiano, Speed. Il 2021 si apre con la preghiera in musica “Basterà l’amore”, un brano intimista e viscerale dedicato al sentimento da cui tutto prende vita, l’Amore. Da quel momento, la carriera di Ruggero Ricci è in continua ascesa, grazie ad una scrittura raffinata e diretta e ad una rara sensibilità d’animo che abbraccia l’ascoltatore con dolcezza, eleganza e calore, quel calore di cui tutti noi necessitiamo.

Facebook – InstagramTwitter

Dylan: Dylan, all’anagrafe Dylan Luppi, nasce a Ferrara il 01 Giugno del 1999. Sin da bambino, dopo il suo arrivo in una casa famiglia, si innamora della musica, dimostrando da subito il suo talento e la sua attitudine. Comincia a scrivere i primi testi, ispirandosi ai grandi nomi della musica italiana ed internazionale, come Niccolò Moriconi (Ultimo) e Lewis Capaldi, che lo influenzeranno, nel tempo, anche nello stile che caratterizza i suoi brani, un perfetto mix tra pop e rap. Nel 2018 pubblica il suo primo singolo, “Meglio così”, a cui segue l’EP di debutto, “Apnea”, che lo vede collaborare con Collapse13. Il progetto supera in pochissimi giorni i 20.000 stream su Spotify, un traguardo davvero notevole per un artista emergente che muove i primi passi nel mercato discografico. Nel 2020 partecipa al MEI di Faenza, che ne riconosce immediatamente il talento e lo premia come Miglior Artista Emergente. La notorietà e l’affetto del grande pubblico, però, arrivano qualche mese dopo, quando, la sua passione per la musica, lo porta a tentare il tutto per tutto ed a presentarsi alla quattordicesima edizione di X Factor Italia, grazie anche al supporto del Vocal Coach Ruggero Ricci e del Maestro Nicolò Lopez. Alle Audition ottiene i 4 sì dei giudici (Emma Marrone, Manuel Agnelli, Mika ed Hell Raton), facendo emozionare e commuovere Emma ed ottenendo da subito il consenso, il supporto e la stima di pubblico e critica. Da quel momento in poi, il suo percorso è in continua ascesa. Una voce straordinaria, in grado di sfiorare, con delicatezza, le corde dell’animo e del cuore degli ascoltatori. Un talento raro, capace di emozionare e di scavare nel profondo di ognuno di noi, che sa giungere, in punta di piedi e con umiltà, in quell’arcobaleno di sentimenti che spesso, solo l’Arte, la Musica, riescono a toccare, consentendoci di liberarci da fardelli emotivi e grovigli interiori che abbiamo bisogno di scogliere, per tornare a sorridere, per tornare a vivere davvero.


Vuoi pubblicare anche tu i tuoi comunicati su Agenziastampa.net: invia il tuo comunicato è gratuito

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui