Indipendenza e disabilità motorie, al via il corso per assistenti personali: preparazione qualificata e un’opportunità di lavoro concreta.

Inizia a maggio la formazione gratuita promossa da Famiglie SMA (Atrofia Muscolare Spinale), UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), con gli esperti dei Centri Clinici NeMO, organizzata da Fondazione Luigi Clerici e realizzata grazie al contributo di Fondazione Roche.

Hai già messo mi piace sulla nostra pagina?

Una formazione qualificata e gratuita, un’opportunità di lavoro concreta per acquisire le conoscenze di base e potersi inserire nel mondo dell’assistenza alle persone con disabilità motoria, nello specifico con patologie neuromuscolari come la SMA (atrofia muscolare spinale).
È il corso per assistenti personali proposto dalle più importanti associazioni nazionali che rappresentano le persone con patologie neuromuscolari: Famiglie SMA e UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), con gli esperti dei Centri Clinici NeMO, erogato da Fondazione Luigi Clerici e realizzato grazie al Bando “Fondazione Roche per i Pazienti”.

L’assistente personale è una figura che consente alla persona con disabilità di vivere la propria vita con indipendenza (aiutandola nei bisogni primari, occupandosi degli spostamenti e nella cura della casa, accompagnandola e sostenendola in tutte le attività quotidiane personali, sociali e lavorative in cui manifesta il proprio diritto all’autodeterminazione).
Una professionalità spesso difficile da individuare, perché si richiede capacità di ascolto, una buona empatia, ma anche la sensibilità di saper rispettare confini e autonomia dell’altro.
Per questo Famiglie SMA e UILDM hanno deciso di mettere in campo le proprie competenze e professionalità per formare figure preparate.

Il corso – della durata di un mese e mezzo – è previsto da maggio a giugno e prevede una serie di video conferenze (accessibili in ogni momento dal proprio pc) e lezioni interattive on line serali e nei weekend. A causa delle restrizioni dovute all’emergenza sanitaria è previsto un solo incontro di due giorni in presenza: al momento organizzato in Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Sicilia. Il corso è aperto anche ai non residenti nelle Regioni individuate, ma è necessaria comunque la presenza all’incontro in una di queste.

Saranno approfondite le conoscenze delle seguenti materie: gestione degli aspetti legati a respirazione e nutrizione e utilizzo di relativi ausili e strategie, modalità di trasferimento e igiene della persona, diritti e doveri rispetto al contratto di lavoro. Ampio spazio verrà dedicato inoltre agli aspetti relazionali e psicologici, alla comunicazione, alla gestione dello stress.

Al termine del corso è previsto un esame finale a cui seguirà in caso di esito positivo un attestato di certificazione della frequenza, riconosciuto dalle Associazioni promotrici del corso. Il curriculum dell’aspirante assistente sarà poi inserito nella piattaforma di ExpressCare, in cui potrà incontrare con facilità la richiesta di tutti i soci e i partner dell’iniziativa.

Non è richiesto alcun titolo di studio, ma è necessaria la conoscenza della lingua italiana di base ed è preferibile il possesso della patente di guida. È possibile inviare la propria candidatura o richiedere informazioni alla mail sociosanitario@clerici.lombardia.it.

Famiglie SMA è l’associazione nata 20 anni fa da famiglie e persone che ogni giorno affrontano nella loro quotidianità l’atrofia muscolare spinale. Attiva in tutta Italia, è un punto di riferimento per le novità mediche e normative, si batte per sostenere la ricerca scientifica e per ottenere provvedimenti legislativi a favore dei malati. L’associazione si impegna da sempre per garantire a ogni paziente l’accesso alle cure, fornendo supporto logistico ed economico alle famiglie, e offre consulenza e supporto psicologico costanti attraverso il Numero Verde Stella. Famiglie SMA conta sul supporto di 305 soci, oltre 200 volontari e collaboratori, e si avvale dell’esperienza di una Commissione Medico-Scientifica composta da 6 esperti.

UILDM nasce nel 1961 con l’obiettivo di promuovere l’inclusione sociale delle persone con disabilità, attraverso l’abbattimento di ogni tipo di barriera, e sostenere la ricerca scientifica e l’informazione sulle distrofie e le altre malattie neuromuscolari. Ha una presenza capillare sul territorio grazie alle 67 Sezioni locali, i 3.000 volontari e i 10.000 soci, che sono punto di riferimento per circa 30.000 persone. UILDM svolge un importante lavoro in ambito sociale e di assistenza medico-riabilitativa ad ampio raggio, gestendo anche centri ambulatoriali di riabilitazione, prevenzione e ricerca, in stretta collaborazione con le strutture universitarie e socio-sanitarie.

Il Centro Clinico NeMO (Neuromuscular Omnicenter) è un centro clinico ad alta specializzazione, pensato per rispondere in modo specifico alle necessità di chi è affetto da malattie neuromuscolari e neurodegenerative come l’Atrofia Muscolare Spinale (SMA)), le Distrofie Muscolari e la Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA patologie che interessano attualmente circa 40.000 persone in tutto il Paese. NeMO rappresenta un modello unico di sanità in Italia, nato dalla sinergia tra pubblico e privato-sociale, che pone al centro la persona con malattia neuromuscolare e la sua famiglia, sviluppando una presa in carico d’eccellenza e una ricerca clinica avanzata. Il Centro Clinico NeMO ha seguito nell’ultimo anno oltre 4.800 persone; dispone di 114 posti letto dedicati al ricovero e di 21 posti letto per i servizi di Day Hospital. Oggi NeMO conta sette sedi sul territorio nazionale – Milano, Arenzano (Genova), Messina, Roma, Napoli, Brescia e Trento. La sede di Ancona è di prossima apertura.

 


Vuoi pubblicare anche tu i tuoi comunicati su Agenziastampa.net: invia il tuo comunicato è gratuito

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui