MASSIMO SIRELLI firma il videoclip dell’ultimo singolo degli ZERO ASSOLUTO

In uscita il videoclip Astronave il nuovo singolo degli Zero Assolutobrano scritto insieme a Gazzelle, regia di Olmo Parenti e del suo collettivo A Think by, prodotto da Federico Nardelli.

Hai già messo mi piace sulla nostra pagina?

Nel videoclip MASSIMO SIRELLI con il suo estro artistico “gioca” con gli arredi urbani di Milano trasformando con semplicità la città in poesia.

Esiste un mondo che i nostri occhi non riescono a cogliere con semplicità ed è il mondo dell’immaginazione. Non sempre quello che vediamo è quello che ci appare e, a volte, basta un dettaglio per ribaltarne la prospettiva e darne un nuovo significato.

Per il video di Astronave gli Zero Assoluto sono voluti partire dalla normalità per poi trasformarla in qualcosa di inedito, divertente, ed emozionante e per fare ciò hanno chiamato il regista Olmo Parenti e l’amico Massimo Sirelli, tra gli artisti più interessanti e innovativi del filone urban art.

Sirelli ripensa il quotidiano, filtrando i linguaggi metropolitani di Milano, letti in una nuova chiave che fa riflettere e divertire. Per Sirelli tutto è ambiente di studio e di sperimentazione. Nel suo immaginario gli strumenti e i supporti si mischiano: lo strumento diventa supporto e il supporto diventa strumento. Un gioco semplice fatto di “straordinaria quotidianità”.

Così un ponte sui navigli diventa il balcone di casa su cui stendere la biancheria pulita, bidone della spazzatura diventa un vaso da riempire con dei fiori per un gesto d’amore o di gratitudine, un’aiuola incolta può diventare un campo per una partita di calcetto con gli amici, il parco comunale è una grande casa che accoglie tutti come ospiti. E ancora, come ci ricorda la cover art del singolo, un cappello lanciato in aria può diventare un’ Astronave che vola via…

Sirelli per l’occasione ha raccontato: “Sono molto contento del risultato del video, il regista Olmo Parenti è stato in grado di vibrare sulle mie stesse frequenze, abbiamo davvero sintonizzato le nostre reciproche sensibilità e il risultato è quello che avete visto. Sono molto orgoglioso che Zero Assoluto abbiano deciso di affidarmi questo progetto, che da subito è apparso in linea con la mia poetica, io ho imparato a guardare il mondo che mi circonda con il cuore prima che con gli occhi! In questo lavoro volevo che tutti vedessero un po’ la realtà per come la vedo io”.


Vuoi pubblicare anche tu i tuoi comunicati su Agenziastampa.net: invia il tuo comunicato è gratuito

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui