Intervista a Emilio Munda, produttore e autore di brani vincitori a Sanremo e del progetto “misterioso” Venere contro Marte

Xonous feat. Sherdana in radio con “Venere contro Marte”: tra fascino e mistero il primo singolo del 2021. Il progetto è realizzato dal noto autore e producer Emilio Munda (podio due volte al Festival di Sanremo negli ultimi due anni), già autore e collaboratore, tra gli altri, di Il Volo, Francesco Renga, Michele Bravi, Nina Zilli, Nomadi, Umberto Tozzi, Valerio Scanu, Gemelli Diversi, Dear Jack.

Hai già messo mi piace sulla nostra pagina?

Esattamente allo scoccare della mezzanotte del 31 dicembre 2020 irrompe sulla scena musicale il videoclip del singolo “Venere contro Marte”, già disponibile in tutti i digital store.

Arriva con il nuovo anno un progetto artistico tra fascino e mistero, due artisti si presentano per la prima volta insieme senza rivelare le loro identità: si fanno chiamare Xonous e Sherdana.

“Venere contro Marte” è un brano dal groove mozzafiato, un uptempo in pieno inverno.

Citando una parte di testoMa dimmi dove sei in questo vuoto universale, anche tu vai come me in moto opposto alla forza gravitazionale?”. Racconta la ricerca di se stessi negli occhi degli altri.

La forza di attrazione di un pianeta in relazione alle forze che lo circondano determina distanze e traiettorie, è ciò che a volte accade dentro di noi: ognuno ha i suoi spazi e le sue strade e due persone completamente diverse possono scoprire di aver bisogno l’una dell’altra in una ricerca che sfida o va oltre il proprio mondo.

Il videoclip è stato ideato dalla regista Claudia Nori e girato nelle Marche dal videomaker Mattia Muccichini. Attraverso la danza, le immagini raccontano l’incontro e lo scontro di due anime che cercano e costruiscono la propria intesa e complicità.

Intervista a Emilio Munda:

Cosa rappresenta per te la musica?

E’ parte integrante della mia vita da sempre, essendo nato in una famiglia di musicisti. Con il tempo la mia passione è divenuta il mio lavoro portando moltissime soddisfazioni

Raccontaci com’è nato il tuo ultimo progetto discografico.

“Venere contro Marte” è un progetto nato un anno fa, da un’idea di mia moglie che ha lavorato in buona parte al testo della canzone e ha curato successivamente anche la grafica e il video. L’idea musicale doveva essere molto immediata e sono felice del risultato ottenuto. Abbiamo proposto la canzone a due artisti e da qui l’idea di non rivelare le loro identità per lasciare che la voce sia l’unica protagonista. In un mondo di immagini lasciamo spazio all’immaginazione.

Quali artisti-personaggi ti hanno cambiato la vita? (Anche non esclusivamente legati al mondo musicale)

I primi artisti che hanno creduto nelle mie capacità sono stati “Silvia Mezzanotte”, “Francesco Renga” e il mio collega “Piero Romitelli” ormai qualche decennio fa. Loro mi hanno dato la consapevolezza di avere qualcosa da dimostrare come autore e produttore. Da lì in avanti ho iniziato a lavorare seriamente con molti altri artisti big della musica italiana.

Quale ruolo riveste la musica nella società?

La musica ha da sempre influenzato gli stili di vita, le mode e l’atteggiamento soprattutto giovanile. E’ una responsabilità quella degli autori poiché i messaggi che vengono divulgati dalle canzoni possono influenzare positivamente o negativamente chi ascolta, specialmente oggi la musica ha un accesso più immediato.

Come può sopravvivere la musica in tempi di Covid?

La musica può sopravvivere come sa fare meglio: con la fantasia. Reinventarci non ci ha mai spaventati. Anche in questo nuovo progetto “Venere contro Marte” siamo riusciti a registrare le voci a distanza e ha raggiungere il pubblico grazie alla tecnologia. E’ stato anche questo input a farci scattare l’idea di lanciare un progetto nuovo senza necessità di dare un volto ai cantanti.

Dove ti vedi tra 10 anni?

Sempre qui nel mio studio, magari cambierò sedia, ma con molti più dischi miei attaccati alle pareti. Certamente mi vedo anche dietro le quinte di qualche concerto e di nuovo a contatto diretto con gli artisti.


Vuoi pubblicare anche tu i tuoi comunicati su Agenziastampa.net: invia il tuo comunicato è gratuito

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui