Altrove Teatro Studio: un video virale per dimostrare l’inadeguatezza dei provvedimenti di chiusura dei teatri


Hai già messo mi piace sulla nostra pagina?

Sabato 24 ottobre, all’Altrove Teatro Studio, è andato in scena “Intercity” uno spettacolo ideato e realizzato dai direttori Ottavia Bianchi e Giorgio Latini perché fosse la risposta più lampante a chi ancora nutriva dubbi sulla sicurezza negli spazi culturali e sulla necessità dello spettacolo dal vivo.

10 attori, 3 maschere, un ufficio stampa e 107 spettatori con 9 ingressi contingentati di 15 persone ogni mezz’ora.
Da questi presupposti e dall’enorme lavoro che c’è dietro la Regione Lazio aveva riconosciuto il suo contributo al progetto.

Poi, finita l’ultima replica, la soddisfazione è stata abortita dal DPCM che ha nuovamente chiuso cinema e teatri.
Nel video realizzato negli spazi dell’Altrove Teatro Studio, Ottavia Bianchi si rivolge al Ministro Franceschini per mostrare cosa è l’Altrove – uno spazio in disuso restituito alle compagnie, agli addetti ai lavori, oltre che al pubblico con i suoi 99 posti – e per dimostrare come le attività culturali possano essere svolte in assoluta sicurezza, specie in un luogo che con mille sacrifici e nessun aiuto si propone di poter dare asilo alle idee dei giovani attori e alla voglia di intrattenimento che, mai come ora, si rende necessaria per non rendere la vita quotidiana un mero esercizio fisiologico di nutrimento del corpo, lasciando a digiuno la mente.

E’ possibile visualizzare il video ai seguenti link

post profilo Ottavia Bianchi https://bit.ly/3muBaad

post sulla pagina facebook del teatro https://bit.ly/2JiBCdl

Canale youtube https://bit.ly/3kFHCui

Le notizie del sito VivailTeatro.it sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «VivailTeatro.it» e l’indirizzo «www.vivailteatro.it»


Fonte Viva il Teatro




Vuoi pubblicare anche tu i tuoi comunicati su Agenziastampa.net: invia il tuo comunicato è gratuito

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui