Dan John è “campione della crescita” secondo l’ITQF e La Repubblica

Nonostante crisi e difficoltà del mercato generale e internazionale, l’azienda romana continua ad investire e ad assumere personale, posizionandosi al primo posto nel settore retail.
Raccah (CEO & co-founder): “Siamo come una grande famiglia in cui ognuno fa la sua parte. Crediamo nella ripresa e stiamo proseguendo nel nostro percorso di crescita”
Ricavi in netta ripresa, investimenti per nuove aperture e continua ricerca di personale qualificato o da formare. Questi gli elementi che hanno permesso a Dan John, azienda di moda maschile fondata da Daniele Raccah e Giovanni della Rocca, di guadagnare il primo posto per il settore retail, 31° generale, nella prestigiosa classifica dei Campioni della Crescita 2021 stilata dall’ITQF, l’Istituto Tedesco Qualità e Finanza, che conduce indagini di mercato finalizzate ad analizzare l’aspetto economico e qualitativo delle aziende, e il quotidiano La Repubblica. L’azienda era stata recentemente premiata anche dal Sole24ore e dal Financial Times.
La classifica riporta 403 aziende scelte tra migliaia di realtà italiane che, malgrado le difficoltà, hanno continuato a crescere. Si tratta soprattutto di aziende del settore tecnologico, e-commerce o medico, che in questi mesi di pandemia hanno visto un certo dinamismo nel proprio ambito, mentre il settore del retail è quasi del tutto assente, tra i più colpiti in questo periodo.
Nonostante l’anno difficile, la crisi economica internazionale e i lunghi mesi in cui è stata costretta a chiudere tutti i suoi punti vendita per il lockdown, Dan John ha continuato ad avere un approccio proattivo e positivo, cercando di implementare i canali di vendita online, con il ricorso a infrastrutture sempre più performanti, ma anche l’avvio, per ora sperimentale, della modalità di acquisto tramite WhatsApp. Una volta tornati ad aprire le porte dei punti vendita, inoltre, sono stati introdotti nuovi servizi per il cliente finale, come la prenotazione della visita presso il punto vendita prescelto, dove sarà assistito da un personal shopper, affinché possa godere di un’esperienza di acquisto unica e sentirsi davvero speciale e coccolato.
Queste iniziative hanno permesso all’azienda di mantenere i fatturati di alcune aree in linea con quelli del 2019, andando a compensare laddove le perdite sono state più importanti. In quest’ottica, Dan John ha deciso di proseguire il suo progetto di espansione nazionale ed europea, con la prossima apertura di 17 nuovi punti vendita e l’assunzione di nuove figure professionali.
“Dan John è un’azienda a conduzione famigliare, ma con un assetto fortemente manageriale, gestita da me e dal mio socio, con il quale ho un rapporto molto bello, e dalle mie figlie e dai miei generi, ma sentiamo parte della nostra grande famiglia allargata tutti i nostri collaboratori, per i quali cerchiamo sempre di creare il miglior ambiente di lavoro possibile. – Ha commentato Daniele Raccah – Noi vediamo il 2021 con positività, siamo fermamente convinti che sarà un anno in ripresa. Certo, per poter restare competitivi sul mercato e continuare non solo a restare aperti, ma anche a crescere, è necessario rivedere l’asset aziendale sulla base dei nuovi comportamenti di consumo, andando a potenziare, ad esempio, l’e-commerce, ma continuando a mantenere la prossimità con il cliente finale, che dovrà essere sempre all’insegna della sicurezza, senza che questo comprometta l’esperienza di acquisto in un nostro punto vendita”.

Vuoi pubblicare anche tu i tuoi comunicati su Agenziastampa.net: invia il tuo comunicato è gratuito

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui