Al teatro Palladium fino al 25 maggio cinque appuntamenti con esponenti del mondo scientifico

“Il futuro è uno spazio ospitale”

Fino al 25 maggio cinque appuntamenti con esponenti del mondo scientifico, universitario e industriale per parlare alle nuove generazioni di futuro e innovazione.

In collaborazione con Fondazione Leonardo – Civiltà delle Macchine

Lunedì 24 febbraio alle ore 18, Teatro Palladium

“Andare su Marte: come, quando e perché”

Con Eleonora Ammannito e Massimo Bernardini

Ingresso libero

Dopo aver ospitato il fisico Roberto Cingolani, continua al Teatro Palladium in collaborazione con la Fondazione Leonardo – Civiltà delle Macchine, il ciclo di incontri “Il futuro è uno spazio ospitale”. Altri quattro appuntamenti per parlare alle nuove generazioni di futuro e innovazione con alcuni tra i più importanti esponenti del mondo scientifico, universitario e industriale.

“Andare su Marte: come, quando e perché” è il titolo del secondo appuntamento in programma lunedì 24 febbraio alle ore 18,00 a ingresso libero. Eleonora Ammannito, Scientific Researcher ASI – Agenzia Spaziale Italiana, affronterà, in dialogo con il giornalista e conduttore televisivo Massimo Bernardini, il tema dello spazio e della sua esplorazione.

Nella sua Commedia, Dante fa dire ad Ulisse nel canto XXVI dell’Inferno la celebre frase “Considerate la vostra semenza: fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtude e canoscenza” per spiegare le motivazioni a spingersi oltre i confini del mondo allora esplorato. A distanza di secoli, queste parole rappresentano ancora la chiave di volta dell’esplorazione che nell’era contemporanea ha come prossimo obiettivo il pianeta a noi più vicino: Marte.

L’iniziativa nasce con l’obiettivo di incentivare la condivisione di conoscenze e opportunità, contribuendo alla divulgazione della cultura scientifica affinché sia a disposizione di tutti. Le conversazioni, dopo aver affrontato il tema dell’intelligenza artificiale e il suo rapporto con l’intelligenza umana, e ora il tema dello spazio, proseguono con le implicazioni che la scoperta del bosone di Higgs ha per la scienza e la vita, fino alle energie del futuro e alla salute circolare.

Protagonisti dei prossimi incontro sono: Fabiola Gianotti (Direttore Generale Cern), Valeria Termini (Professore ordinario di Economia politica – Università Roma Tre) e Ilaria Capua (Virologa e direttrice del One Health Center of Excellence, Florida University).

Programma:

24 febbraio ore 18.00 – Eleonora Ammannito, Scientific Researcher ASI – Agenzia Spaziale Italiana – “Andare su Marte: come, quando e perché”

23 marzo ore 18.00 – Fabiola Gianotti, Direttore Generale Cern – “Il bosone di Higgs: implicazioni per la scienza e per la vita”

27 aprile ore 18.00 – Valeria Termini, Professore ordinario di Economia politica – Università degli Studi Roma Tre – ”Dopo il petrolio: l’energia del futuro”

25 maggio ore 18.00 – Ilaria Capua, Virologa e direttrice del One Health Center of Excellence, Florida University – “Salute circolare”

Teatro Palladium
Piazza Bartolomeo Romano, 8 – Roma – Tel: 06 5733 2772
https://teatropalladium.uniroma3.it