Gli italiani in Libia e il rapporto travagliato ma necessario tra i due paesi

VERSO IL FESTIVAL DEDICA A HISHAM MATAR (7-14 MARZO 2020)

AL CENTRO DELL’INCONTRO DI DOMANI, GIOVEDÌ 13 FEBBRAIO, ALLE 18, NELLA BIBLIOTECA DI PORDENONE

CON L’ESPERTO DI GEOPOLITICA MICHELE CASELLA

Si parlerà di Libia e l’Italia e del loro rapporto travagliato ma necessario, inevitabile come il Mediterraneo che le divide e le unisce, domani, giovedì 13 febbraio, alle 18, nella biblioteca di Pordenone, dove si terrà un nuovo appuntamento con Anteprima Dedica, il calendario di eventi che conducono al festival Dedica 2020 incentrato sullo scrittore libico Hisham Matar. Iniziato più di un secolo fa con la guerra italo-turca del 1911, che ha portato alla conquista di Cirenaica e Tripolitania, il rapporto fra i due Paesi e proseguito successivamente con il consolidamento della “quarta sponda”, avvenuto durante il fascismo a prezzo di un’occupazione militare feroce e di pesanti deportazioni. Un’avventura coloniale fatta anche di soprusi e di mezzi violenti che mal si concilia con l’icona diffusa degli “italiani brava gente”. Interverrà l’esperto di geopolitica Michele Casella, introdotto dal collega Cristiano Riva.

Organizza l’associazione Thesis in collaborazione con la Biblioteca civica di Pordenone.

Info: 0434 26236, www.dedicafestival.it, Fb

MICHELE CASELLA

Nato in provincia di Potenza, ha studiato a Salerno dove si è laureato in Filosofia e in Lettere. Ha sempre insegnato nelle scuole del pordenonese. Adesso insegna storia e filosofia nel Liceo classico “Leopardi-Majorana” di Pordenone. Ha tenuto corsi di storia all’anno integrativo dell’ex Istituto Magistrale. Ha collaborato con diverse Istituzioni culturali operanti sul territorio.

CRISTIANO RIVA

Nato a Trieste nel 1961, si è laureato in Lettere Classiche e in Materie Letterarie presso l’Università di Trieste, dove ha conseguito il dottorato di ricerca in Geostoria e Geoeconomia delle Regioni di Confine. Studioso di Geopolitica, ha collaborato con le Università di Pola, Trieste, Udine e tenuto corsi per vari enti ed associazioni. È docente di Latino e Greco presso il Liceo “Leopardi-Majorana” di Pordenone.