Estate delle Pievi 2020: pronto il catalogo delle proposte progettuali

Una trentina le proposte arrivate a seguito dell’avviso pubblico emesso dalla Provincia nell’ambito di “Parma Capitale Italiana della Cultura 2020”. Spettacoli musicali, letture di poesie, visite guidate, camminate, progetti che vengono messi a disposizione dei Comuni per realizzare eventi nelle 37 Pievi del Parmense. Rossi:”La Provincia, Casa dei Comuni, sostiene le iniziative culturali del territorio.”

Parma, 31 gennaio 2020 – La Provincia di Parma ha pubblicato sul suo sito web il catalogo delle proposte culturali che vengono messe a disposizione dei Comuni per realizzare gli eventi dell’Estate delle Pievi 2020 nelle 37 Pievi di epoca romanica del territorio, tra maggio e settembre 2020.

Si tratta di una trentina di progetti, arrivati a seguito dell’avviso pubblico emesso dalla Provincia nell’ambito di “Parma Capitale Italiana della Cultura 2020”: spettacoli musicali, letture di poesie e di testi storico-letterari, visite guidate, camminate, ecc.
Al catalogo potranno attingere i Comuni sedi di Pieve che hanno aderito alla convenzione con la Provincia, per realizzare le proposte che riterranno idonee a far conoscere e sperimentare la realtà delle Pievi e del loro territorio, nella loro valenza storica, culturale e religiosa.

“Entra nel vivo il progetto Estate delle Pievi – afferma Diego Rossi, Presidente della Provincia di Parma – Siamo soddisfatti per la massiccia adesione dei Comuni sedi di Pieve alla convenzione proposta dalla Provincia. E anche per le numerose proposte di collaborazioni culturali che ci sono pervenute grazie alla recente ricognizione, e che sono confluite nel catalogo. Tra i soggetti proponenti anche istituzioni prestigiose, come la Fondazione Toscanini e il Conservatorio Boito. Ora questo ventaglio di progetti viene condiviso coi Comuni, che valuteranno quali iniziative realizzare nelle singole Pievi la prossima estate. La Provincia torna a sostenere e curare la regia delle attività culturali del territorio, una Provincia sempre più Casa dei Comuni.”