L’importanza del Patologo Medico Orale per problematiche oncologiche, immunologiche ed infettive

Per la diagnosi delle malattie orali ed oro-facciali generalmente non connesse alle patologie dento-parodontali di tradizionale pertinenza odontoiatrica.

Tali patologie consistono prevalentemente nelle malattie della mucosa orale, con particolare riguardo per le problematiche oncologiche, immunologiche ed infettive (lesioni lichenoidi, leucoplachia ed altre precancerosi, mucositi bollose, candidosi cronica, eritroplachia, carcinoma orale ecc.), per le malattie delle ghiandole salivari e delle alterazioni della funzione secretoria (mucocele, iposcialie, scialorree ecc.), per le disestesie ed orodinie (sindrome della bocca urente, dolore cronico oro-facciale ecc.), e per le patologie osteolitiche o osteoaddensanti delle ossa mascellari (osteonecrosi correlate a farmaci (Bifosfonati ecc.), displasie fibroosseo-cementizie ed altre sindromi geneticamente determinate ecc.). Inoltre, si eseguono videat su pazienti oncologici pre radioterapia, regione testa-collo, e pre chemioterapia.

L’inserimento nel team odontoiatrico della figura del Patologo/Medico Orale ha scopo di apportare qualcosa di nuovo e di diverso nel panorama delle prestazioni odontoiatriche e di reinserire la disciplina odontoiatrica nell’ambito medico.